mercoledì 25 gennaio | 03:21
pubblicato il 13/mar/2014 18:01

FriulAdria: utile del 2013 in aumento del 50,4%

(ASCA) - Pordenone, 13 mar 2014 - Il consiglio di amministrazione di Banca Popolare FriulAdria (Gruppo Cariparma Credit Agricole), riunitosi a Pordenone sotto la presidenza di Antonio Scardaccio, ha approvato il progetto di bilancio 2013 che verra' sottoposto all'Assemblea degli azionisti convocata per domenica 13 aprile al Teatro Verdi di Pordenone.

FriulAdria Credit Agricole chiude l'esercizio con un utile netto pari a 28.5 milioni di euro, superiore di 9,6 milioni (+50,4%) rispetto allo scorso anno, che esprime la capacita' della banca di reagire alla crisi dei mercati e di continuare a proporsi come punto di riferimento per le famiglie e le imprese del territorio. Il Roe e', quindi, del 4,2%. Il dividendo che verra' proposto all'assemblea degli azionisti e' di 1,01 euro, mentre il rendimento dell'azione si attesta al 2,3%. Gli impieghi verso la clientela ammontano a 6.325 milioni, in lieve flessione rispetto ai 6.440 milioni del 31 dicembre 2012 a causa del calo della domanda di credito, ma con un andamento decisamente migliore rispetto al mercato. In controtendenza la dinamica dei mutui, in aumento di 84 milioni (+2,2%) a conferma dell'attenzione della banca per le famiglie e l'economia locale.

Il sostegno all'acquisto della prima casa, ancorche' in un contesto di stasi delle transazioni immobiliari nel Nord Est, e' stato mantenuto per tutto l'anno offrendo tassi e condizioni competitive. In particolare, la campagna pubblicitaria del mutuo a tasso fisso 2,50% per i primi due anni, abbinato all'elettrodomestico in omaggio, ha trainato la crescita dei mutui: 2.137 sono i nuovi contratti stipulati nel 2013, di cui 1.406 in Veneto e 731 in Friuli Venezia Giulia.

Considerando anche i prestiti personali sono oltre 260 i milioni di nuovo erogato nel 2013 ai privati e alle famiglie del territorio. ''Il bilancio 2013 conferma che FriulAdria Credit Agricole ha continuato a svolgere con successo quella missione di sostegno all'economia e alla societa' locale che da sempre la caratterizza e il mercato le riconosce - sottolinea il presidente Antonio Scardaccio -. Si tratta di un risultato reso ancora piu' significativo dal contesto recessivo in cui e' stato ottenuto e che dimostra il valore aggiunto dell'appartenenza ad una realta' bancaria solida come il Gruppo Cariparma Credit Agricole''.

Secondo il direttore generale Carlo Crosara, ''la tenuta della redditivita' e il rafforzamento della solidita', testimoniata da un indice di copertura del credito deteriorato e delle sofferenze tra i piu' alti del sistema e da un Core Tier One salito al 10,7%, ci collocano ai vertici del sistema bancario locale. Le iniziative finalizzate al miglioramento dell'efficienza sono state portate avanti nel rispetto della vocazione territoriale e della sensibilita' sociale della banca e cio' ha pagato''. fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4