giovedì 08 dicembre | 13:46
pubblicato il 06/nov/2013 12:00

Fossati: per Telecom no cessioni,bond convertibile per crescere

"Emissione a 7 anni, due miliardi possono essere sufficienti"

Fossati: per Telecom no cessioni,bond convertibile per crescere

Londra, 6 nov. (askanews) - Per Telecom Italia "non è più tempo di vendere" asset e serve invece un bond convertibile, per sostenere la crescita del gruppo. Lo ha affermato Marco Fossati, numero uno della Findim (azionista di Telecom con circa il 5%), dopo un incontro con gli analisti per presentare il suo contro-piano per il gruppo di tlc. "Basta vendite - ha detto Fossati - abbiamo fatto vendite che sono state uno scempio, come quella di Hansenet. Non sono contrario a vendere gli asset in Sudamerica in futuro, ma non va fatto oggi, perchè prima si deve valorizzare e poi vendere". Con questo piano, ha aggiunto il numero uno della Findim, "un anno di sacrifici sui dividendi è inevitabile". E ci sarebbe poi un bond convertibile a 7 anni, che "con un progetto credibile si può vendere sul mercato in termini competitivi. Un paio di miliardi di euro potrebbero essere sufficienti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni