mercoledì 22 febbraio | 11:45
pubblicato il 09/feb/2013 11:11

Forex: Zanetti, banche italiane dispongono liquidita' necessaria

(ASCA) - Bergamo, 9 feb - ''Pur in un periodo di contrazione della redditivita' bancaria, gli intermediari italiani dispongono delle risorse liquide necessarie a fronteggiare le passivita' in scadenza e a finanziare l'economia. L'azione di rafforzamento patrimoniale, avviata da qualche anno, ha conseguito i risultati attesi: il Core Tier 1 Ratio dei principali gruppi italiani e' cresciuto progressivamente, ponendosi attualmente su livelli ampiamente superiori ai minimi regolamentari''. Lo ha detto il presidente di Ubi Banca Emilio Zanetti aprendo i lavori del 19esimo congresso Forex-Assiom.

''Rispetto alle altre banche europee - spiega - i coefficienti patrimoniali delle grandi banche italiane permangono apparentemente mediamente piu' bassi, ma il divario e' ascrivibile essenzialmente a una regolamentazione nazionale piu' stringente nel computo degli aggregati patrimoniali''. Le banche italiane, infatti ''si distinguono generalmente per un basso grado di leva finanziaria, in conseguenza di una operativita' basata prevalentemente sull'attivita' di intermediazione creditizia. Deve essere sottolineato, al riguardo, il ruolo anticiclico svolto nel periodo di massima crisi dalla cooperazione bancaria e dalle Banche Popolari in particolare, che hanno mantenuto livelli di crescita nella concessione degli affidamenti alle imprese e alle famiglie simili a quelli fatti registrare prima della crisi''.

Le banche italiane continuano - infatti - a perseguire ''attente politiche di riduzione dei costi operativi che si accompagnano, da qualche tempo, a politiche di contenimento e razionalizzazione della rete degli sportelli volte alla dismissione dei cosiddetti ''rami secchi'' e all'integrazione con nuove modalita' di offerta alla clientela, come nel caso dei rapporti di servizio intrattenuti per via telematica''.

In ambito europeo prosegue la definizione di una serie di importanti provvedimenti regolamentari destinati, gia' a partire dai prossimi mesi, a condizionare la gestione futura di tutte le banche della Comunita'. ram/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%