venerdì 24 febbraio | 16:38
pubblicato il 08/ott/2013 16:29

Fondi Ue: Squinzi, con rifinanziamento da 1/01 agganciamo treno ripresa

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Il tempo a disposizione e' limitato.

Al Governo, alle Regioni, al Parlamento che dovra' pronunciarsi nell'ambito della Legge di Stabilita' sul rifinanziamento (dei fondi strutturali, ndr) dico solo: fate presto, e fate bene''.

Lo afferma il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, nel corso di un'audizione in commissione Politiche dell'Ue a Palazzo Madama, ricordando che ''entro il mese di ottobre e' atteso il via libera del Parlamento Europeo al pacchetto di regolamenti dei fondi strutturali. E' fondamentale che ogni amministrazione faccia il massimo sforzo perche' dal primo gennaio 2014 i Programmi Operativi possano essere rapidamente attuati''.

Squinzi parla di ''un'occasione irripetibile per agganciare, da subito, il treno della ripresa, e per contribuire a cambiare, dalle fondamenta, il modo stesso di funzionamento dell'apparato pubblico''.

drc/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech