mercoledì 22 febbraio | 08:10
pubblicato il 27/ago/2013 17:00

Fondazione Mps: Paolucci, per presidente manca accordo partito-tribu'

(ASCA) - Siena, 27 ago - Il papa e' stato eletto ''in quattro e quattro otto'' mentre a Siena non si riesce a eleggere il presidente della Fondazione Mps perche' ''le varie anime del partito tribu' non si sono messe d'accordo''. Lo ha detto Antonio Paolucci, al termine della seduta della Deputazione generale.

''Non abbiamo deciso nulla - ha spiegato il consigliere - la riunione e' stata aggiornata e forse la prossima volta decidono. Io vengo dal Vaticano, la' hanno fatto il papa in quattro e quattro otto mentre qui a Siena in un mese non riescono a nominare il presidente di una Fondazione che non ha piu' un quattrino e a cui non restano piu' gli occhi per piangere. Misteri senesi, parlano tanto pero' bisogna che le varie anime, cosi' le chiamano, di Siena si mettano d'accordo e ancora non si sono messe d'accordo. I cardinali si sono messi subito d'accordo e invece le varie anime del partito tribu' non si sono messe d'accordo'', ha concluso Paolucci.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia