sabato 21 gennaio | 11:58
pubblicato il 27/set/2016 19:08

Fogliani: Welfare aziendale, un risparmio per le imprese

Nuove norme e provider di servizi: le opportunità per le aziende

Fogliani: Welfare aziendale, un risparmio per le imprese

Milano (askanews) - Welfare aziendale una realtà ancora in divenire: se il 33% delle imprese studia già nuovi Piani sulla scorta delle recenti opportunità normative, una parte consistente di aziende, soprattutto medio e piccole e del Centro-Sud, non utilizza alcun strumento di welfare.

Una ricerca dell'Università Cattolica - promossa da Welfare Company e realizzata con la collaborazione di Aidp - ha indagato quali siano le motivazioni di tale resistenza. Nel 70% per cento delle aziende prive di Piani Welfare, i direttori del personale indicano nei "costi" il motivo per non esplorare i nuovi strumenti.

Si tratta di una percezione errata e da correggere come sottolinea Chiara Fogliani, consigliere delegato di Welfare Company: "E' proprio il contrario. Il welfare comporta uno sgravio di costi economico-organizzativi, anzi proprio un risparmio. Faccio un esempio concreto: su 1.000 che l'azienda decide di destinare a un dipendente come premio di produttività, inserendolo in un piano di servizi di welfare, l'azienda risparmia 350 euro a dipendente, e il collaboratore riceve in busta 180 euro in più. Per cui il risparmio e l'aumento del potere d'acquisto è notevole sia per l'azienda sia per il dipendente. In termini di costi organizzativi anche qui affidarsi ad un provider di servizi può sgravare l'azienda di tutti i costi amministrativi e gestionali".

Le aziende di piccole dimensione percepiscono inoltre come complesse e lontane dal proprio perimetro le modalità di realizzazione di molti strumenti di welfare. Ma anche questa è una visione da superare. Il ruolo dei provider di servizi è, in tal senso, risolutivo. "Il nostro ruolo - prosegue Fogliani - è quello di poter fornire una moltitudine di servizi, che garantiscano usufruibilità, semplicità, accessibilità puntando su uno strumento che è la carta multiservizio: garantisce sconti in 30mila punti in tutta italia, dalla spesa al tempo libero, alla salute, allo sport; fino ad arrivare a strumenti più evoluti come il portale per offrire un servizio completo".

Welfare Company ha stretto una partnership con PwC per presentare servizi e consulenza nell'ambito del welfare aziendale ad imprese di diverse dimensioni, con un approccio complessivo e tarato su esigenze specifiche. "Si tratta di una intesa volta a creare una metodologia che parta dall'analisi dei bisogni fino ad arrivare alla consulenza giuslavorista e fiscale - conclude l'amministratore di Welfare Company - per poi andare ad erogare effettivamente un Piano, supportato anche nella comunicazione interna e che sia tarato sull'azienda, cioè costruito su misura: efficace ed efficiente".

Gli articoli più letti
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Fisco
Panama Papers, Agenzia Entrate individua primi 700 soggetti
Bankitalia
Bankitalia: crescita prosegue, Pil 2017 a +0,9% e 2018 a +1,1%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4