mercoledì 22 febbraio | 00:35
pubblicato il 07/ott/2014 15:00

Fmi taglia stime crescita Italia, Pil 2014 -0,2%, nel 2015 +0,8%

Disoccupazione record 12,6% poi limatura, inflazione quasi a zero

Fmi taglia stime crescita Italia, Pil 2014 -0,2%, nel 2015 +0,8%

Roma, 7 ott. (askanews) - Il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita economica sull'Italia: ora sul 2014 indica un meno 0,2 per cento del Pil mentre nel 2015 la ripresa si limiterà ad un più 0,8 per cento. Si tratta di valori rispettivamente di 0,5 e 0,3 punti percentuali più bassi rispetto all'aggiornamento delle previsioni effettuato lo scorso luglio.

Le nuove cifre sono contenute nei capitoli centrali del World Economic Outlook, diffusi mentre a Washington si stanno aprendo le assemblee autunnali con la Banca Mondiale.

Sempre secondo il Fmi in Italia la disoccupazione continuerà a crescere quest'anno, toccando un picco del 12,6 per cento per poi segnare una limatura al 12 per cento nel 2015. L'inflazione manterrà una dinamica molto debole, solo 0,1 per cento di crescita dei prezzi al consumo nel 2014 e 0,5 per cento nel 2015.

Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia