sabato 10 dicembre | 18:12
pubblicato il 27/set/2013 18:00

Fmi: su prospettive economiche Italia gravano rischi al ribasso

(ASCA) - Roma, 27 set - Sulle prospettive economiche dell'Italia pesano rischi al ribasso. Lo scrive il Fondo Monetario Internazionale nel tradizionale Rapporto Articolo IV.

Il Fondo prevede per quest'anno una contrazione del Pil pari a -1,8% e nel 2014 +0,7%. I rischi ''sono orientati al ribasso'', scrive il Fondo sottolineando come cio' dipenda dalla possibilita' che ''vengano mancati degli obiettivi e dalla debolezza del credito bancario''. Tre i punti critici.

Per le banche viene sottolineato l'aumento delle sofferenze, i deflussi dei depositi dei non residenti e l'accesso limitato al mercato della raccolta all'ingrosso.

Elementi che hanno determinato ''un aumento del costo della raccolta'' che poi si riflette sulla politica dei prestiti caratterizzata ''da alti tassi di interesse e ridotta disponibilita' di credito''.

Dal lato dei conti pubblici, il rapporto prende atto che il bilancio pubblico e' in pareggio strutturale ed i tassi sul debito pubblico siano scesi, grazie alle manovre fiscali e all'annuncio dell'Omt da parte della Bce, ''comunque, il debito continua a crescere ed e' previsto di superare il 130% nel 2013. In assenza di riforme strutturali, la crescita economica dell'Italia e' destinato a rimanere bassa''. Un andamento lento gia' presente prima dello scoppio della crisi e alimentato da ''produttivita' stagnante, ambiente difficile per l'iniziativa privata, e settore pubblico indebitato''.

Altri punti dolenti, l'inefficienza del sistema giudiziario, il basso livello di investimenti esteri, dimensioni piccole sia per le imprese e sia per il mercato dei capitali. ''La bassa produttivita' ha anche contribuito ad aumentare lo svantaggio competitivo dell'Italia'', sottolinea il Fondo.

men/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina