martedì 06 dicembre | 04:22
pubblicato il 01/ago/2014 16:40

Fismic: Fcs sara' orgoglio Paese nel mondo, svolta parte da Melfi

Concrete speranze che Fca possa assorbire l'intera forza lavoro (ASCA) - Milano, 1 ago 2014 - "Fca sara' l'orgoglio del nostro Paese nel mondo, partendo da Melfi con il lancio della piccola Jeep Renegade. Con questa fusione ci sono concrete speranze che Fca possa assorbire l'intera forza lavoro, anche quella attualmente in cassa integrazione". Lo ha dichiarato in una nota il segretario generale Fismic Basilicata, Antonio Zenga, commentando la nascita di FCA - Fiat Chrysler Automobiles.

"Parte da Melfi, con la produzione della Jeep Renegade nello stabilimento Sata, una svolta storica per la Fiat - ha spiegato - Proprio la produzione di un modello Jeep nel nostro Paese diventa il segno tangibile dell'integrazione tra Fiat e Chrysler e dei suoi effetti positivi per l'Italia, piu' volte sottolineati dai vertici del gruppo".

Red-Rar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari