lunedì 05 dicembre | 01:36
pubblicato il 17/giu/2014 11:27

Fisco: Venturi, basta nuove tasse. Imu e Tasi sono batosta

(ASCA) - Roma, 17 giu 2014 - ''Basta nuove tasse. Bisogna fare presto, altrimenti, a fine anno, in soli tre mesi, i contribuenti dovranno far fronte ad un concentrato micidiale d'imposte: Tasi, acconto Irpef, Tari, Imu''. Lo ha ribadito il presidente di Confesercenti, Marco Venturi, nel suo intervento all'assemblea annuale.

Andando avanti di questo passo - secondo Venturi - si alimentano ''aspettative negative che certamente diventeranno una nuova tremenda batosta per i consumi. Una botta - ha spiegato - che produrra' chiusure d'imprese e disoccupazione.

Ora c'e' tempo per evitare questa sciagurata evenienza, ma c'e' bisogno di convinzione e di condivisione. Dobbiamo agire adesso, perche' la priorita' e' quella di rimettere in moto l'economia''.

Per Venturi infatti la Tasi ''e' un pasticcio'', un'imposta ''mal gestita'', che rischia di rivelarsi ''una vera e propria batosta, soprattutto per le imprese. Il combinato Imu-Tasi su un immobile d'impresa costera' mediamente il 100% in piu' della vecchia Ici''. In totale, il prelievo complessivo sugli immobili delle aziende ''e' stato di 6,9 miliardi nel 2013 e potrebbe toccare - ha annunciato Venturi - gli 8,5 miliardi nel 2014 con un incremento di 1,6 miliardi. Una forzatura spropositata ed inaccettabile''.

eco/tmn

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari