lunedì 23 gennaio | 05:33
pubblicato il 10/gen/2014 17:30

Fisco: Phillips, accordo Facta e' passo avanti in lotta a evasione

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - La firma dell'accordo di attuazione del Foreign Account Tax Compliance Act tra Italia e Stati Uniti ''segna un significativo passo avanti negli sforzi intrapresi tra i nostri Paesi per lavorare insieme allo standard globale di lotta all'evasione fiscale all'estero. Sforzi di cui beneficiano entrambi i nostri Paesi''.

Lo afferma l'ambasciatore americano John Phillips durante la firma dell'intesa che ''introduce obblighi di segnalazione per le istituzioni finanziarie straniere con riferimento a determinati conti intestati a contribuenti statunitensi''.

L'Italia e' il tredicesimo paese a firmare l'accordo intergovernativo con gli Usa per l'attuazione del Facta.

''Solo lavorando insieme possiamo contribuire a costruire un sistema finanziario globale piu' forte, stabile e responsabile'', aggiunge Phillips.

drc/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4