giovedì 08 dicembre | 00:16
pubblicato il 10/gen/2014 17:30

Fisco: Phillips, accordo Facta e' passo avanti in lotta a evasione

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - La firma dell'accordo di attuazione del Foreign Account Tax Compliance Act tra Italia e Stati Uniti ''segna un significativo passo avanti negli sforzi intrapresi tra i nostri Paesi per lavorare insieme allo standard globale di lotta all'evasione fiscale all'estero. Sforzi di cui beneficiano entrambi i nostri Paesi''.

Lo afferma l'ambasciatore americano John Phillips durante la firma dell'intesa che ''introduce obblighi di segnalazione per le istituzioni finanziarie straniere con riferimento a determinati conti intestati a contribuenti statunitensi''.

L'Italia e' il tredicesimo paese a firmare l'accordo intergovernativo con gli Usa per l'attuazione del Facta.

''Solo lavorando insieme possiamo contribuire a costruire un sistema finanziario globale piu' forte, stabile e responsabile'', aggiunge Phillips.

drc/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni