lunedì 23 gennaio | 06:16
pubblicato il 11/nov/2013 15:53

Fisco: Mef, partite Iva +0,7% a settembre

Fisco: Mef, partite Iva +0,7% a settembre

(ASCA) - Roma, 11 nov - A settembre sono state aperte 40.631 nuove partite Iva; in confronto al corrispondente mese dello scorso anno si registra un lieve incremento (+0,7%). Lo rende noto il Ministero dell'Economia, nell'Osservatorio sulle partite Iva.

Relativamente alla distribuzione per natura giuridica, la quota delle persone fisiche nelle aperture di partita Iva e', al solito, fortemente maggioritaria (76,8%); le societa' di capitali si attestano al 17,3%. Rispetto al settembre 2012 si nota che solo le societa' di persone mostrano un calo di aperture (-20,5%). Riguardo alla ripartizione territoriale, il 42,1% delle aperture e' stato registrato al Nord, il 23% al Centro e circa il 35% al Sud ed Isole; il confronto con settembre dello scorso anno mostra aumenti di oltre il 10% in Valle d'Aosta e in provincia di Trento, mentre i cali piu' marcati sono avvenuti in Abruzzo (-9,1%) e Molise (-7,9%). La classificazione per settore produttivo evidenzia che il commercio continua a registrare il maggior numero di aperture di partite Iva: il 26% del totale, seguito dalle attivita' professionali con il 12,4% e dal settore edilizio con il 9,8%. Rispetto al settembre 2012, si sono avuti sensibili aumenti nel comparto finanziario-assicurativo (+23,9%) ed immobiliare (+10,6%), mentre diminuzioni marcate si sono manifestate nell'istruzione (-14,8%) e nel settore artistico/sportivo (- 8%) . Stabile il settore delle costruzioni (+0,8%). In relazione alle persone fisiche, si apprezza un leggero aumento della quota maschile, cui appartiene circa il 64% di aperture di partite Iva. Quasi la meta' delle aperture e' dovuta a giovani fino a 35 anni e poco piu' di un terzo alla classe 36-50 anni. Rispetto al corrispondente mese dello scorso anno, solo la classe oltre i 65 anni mostra una flessione, le altre segnano incrementi piu' o meno contenuti.

Delle nuove partite iva aperte da persone fisiche, 10.687 (pari al 26,3% del totale delle aperture) hanno aderito al regime fiscale di vantaggio riservato ai giovani sotto i 35 anni ed ai lavoratori in mobilita'; tale regime limita per cinque anni l'imposta dovuta al 5% degli utili dichiarati, esonerando da Iva e Irap.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4