sabato 10 dicembre | 14:27
pubblicato il 10/ott/2013 16:56

Fisco: Mef, in agosto aperte 17.435 nuove partite Iva (-6,1%)

(ASCA) - Roma, 10 ott - Nello scorso mese di agosto 2013 sono state aperte 17.435 nuove partite Iva; in confronto al corrispondente mese dello scorso anno si registra un calo (-6,1%). Lo comunica l'Osservatorio delle partite Iva del dipartimento delle Finanze del Mef.

La distribuzione per natura giuridica mostra la prevalenza delle aperture di partita Iva da parte delle persone fisiche (pari al 77,3% del totale) seguite dalle societa' di capitali (16,3%). Rispetto ad agosto 2012 si nota un forte calo di aperture relativo alle societa' di persone (-23,3%) mentre per le per societa' di capitali e per le persone fisiche il calo e' di poco superiore al 5%.

Riguardo alla ripartizione territoriale delle aperture, il confronto con agosto dello scorso anno evidenzia una prevalenza di cali, in particolare in Val d'Aosta (-35,7%) e Campania (-23,3%). In controtendenza Friuli Venezia Giulia (+5,6%) e Lombardia (+1,5%) che registrano lievi crescite.

La classificazione per settore produttivo mostra che il commercio continua a registrare il maggior numero di aperture di partite Iva (24,6% del totale), seguito dalle attivita' professionali (11,9%). Rispetto ad agosto 2012, tra i settori principali si nota il sensibile incremento delle attivita' finanziarie ed assicurative (+31,0%) ed il lieve aumento delle attivita' professionali (+5,2%), mentre negli altri settori prevalgono i cali, in particolare per le attivita' immobiliari (-15,8%) e per il settore delle costruzioni (-11,4%) che pure aveva registrato un lieve aumento nel mese precedente.

Relativamente alle persone fisiche, la ripartizione per sesso vede i maschi aprire il 62,4% di nuove partite Iva (lieve aumento relativo della quota femminile). Rispetto al corrispondente mese dello scorso anno, tutte le classi di eta' registrano cali, ma il calo maggiore si registra nella classe fino ai 35 anni (-6,7%) Nel mese di agosto 4.418 persone fisiche (pari al 25,3% del totale delle nuove aperture) hanno aderito al regime fiscale di vantaggio riservato ai giovani sotto i 35 anni ed ai lavoratori in mobilita'; tale regime limita per cinque anni l'imposta dovuta al 5% degli utili dichiarati, esonerando da Iva ed Irap.

com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina