mercoledì 07 dicembre | 17:31
pubblicato il 04/lug/2013 14:22

Fisco: Ferrari Aggradi, paghiamo 1,026 euro ogni litro di benzina

(ASCA) - Roma, 4 lug - ''Il peso fiscale sulla benzina e' passato da 81 centesimi di euro di gennaio 2011 a piu' di 1 euro a maggio 2013, con un rincaro per le tasche degli automobilisti di ben 21,6 centesimi al litro. Il previsto aumento pesera' sui carburanti per 1 altro centesimo e mezzo al quale, da gennaio 2014, si aggiungera' il nuovo aumento delle accise disposto per dare copertura alle promesse contenute nel decreto legge 'Fare', tradendo quelle fatte in precedenza dal governo e dalle forze politiche che lo sostengono''.

Cosi' il presidente di Assopetroli Franco Ferrari Aggradi nel corso dell'Assemblea annuale, spiega che la redditivita' lorda del settore dall'inizio del 2013 e' scesa di 6,2 centesimi euro/litro, il peso totale dell'intera filiera distributiva e' sceso a 12,4 centesimi euro/litro, circa un decimo del peso fiscale.Quanto al fisco, diminuisce di 300 milioni di euro nel 2012 il gettito erariale dovuto al calo del consumo dei carburanti.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni