venerdì 20 gennaio | 07:00
pubblicato il 31/gen/2013 12:03

Fisco: Confsal-Salfi, serve riforma per equita' e rispetto contribuente

(ASCA) - Roma, 31 gen - Il tema del ruolo delle risorse umane nell'amministrazione finanziaria sara' al centro dell'appuntamento di domenica 3 febbraio del Consiglio nazionale della federazione Confsal-Salfi, il piu' importante sindacato autonomo dei lavoratori del sistema agenziale (il sistema comprende l'Agenzia delle Entrate, inclusa l'accorpata Agenzia del Territorio, e l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) e uno dei maggiori in assoluto con il 16 per cento in un settore di 50 mila lavoratori. Vi partecipano oltre 70 dirigenti/delegati in arrivo da tutte le regioni italiane. Saranno presenti anche il segretario generale della Confederazione autonoma Confsal, Marco Paolo Nigi, e il segretario vicario, Fedele Ricciato.

Il consiglio nazionale indichera' gli obiettivi da perseguire nel 2013 a tutela degli interessi, professionali ed economici, della categoria. Da tempo, infatti, si sono abbattuti su di essa sacrifici e tagli a fronte di un aumento dell'impegno lavorativo, anche per l'importanza strategica assunta dal settore nel reperire risorse. In sintesi: aumento del carico da una parte e contrazione di investimenti e di considerazione dall'altra; mancata razionalizzazione del settore; persistente e dispendioso intreccio con la ''politica''; atteggiamento coercitivo e penalizzante nei confronti dei cittadini; assenza di una vera riforma fiscale improntata al valore dell'equita' e al rispetto del contribuente.

Il segretario generale, Sebastiano Callipo, nel suo intervento politico di apertura, illustrera' i punti nodali e le criticita' gestionali del sistema fiscale italiano, la loro influenza sull'assetto e sul funzionamento degli uffici finanziari, con il triplice obiettivo di ottimizzare il rapporto fisco-contribuente, di attuare un'efficace lotta all'evasione e di consolidare e rendere piu' efficiente il modello organizzativo agenziale, con ulteriori investimenti finanziari.

Ad oggi le principali rivendicazioni del settore sono il riconoscimento della specificita' del comparto Agenzie fiscali in sede Aran (Agenzia negoziale per il pubblico impiego); il rinnovo del CCNL bloccato dal 2010; il riconoscimento di un sistema premiale con incentivi adeguati da situarsi nel contesto di un sostanziale recupero della centralita' del ruolo dei lavoratori dell'amministrazione finanziaria.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale