domenica 04 dicembre | 15:34
pubblicato il 19/ott/2013 11:55

Fisco: Confesercenti, con Tares aggravio fino oltre 1.000 euro

(ASCA) - Roma, 19 ott - L'arrivo della Tares a fine anno provochera', rispetto al 2012, un aggravio fiscale aggiuntivo di oltre mille euro per ristoranti e alberghi, mentre la Trise, che scattera' dal 2014, si configura come un'incognita per famiglie, imprese e per gli stessi Comuni. Lo afferma Confesercenti, secondo cui l'impatto del nuovo tributo, sostitutivo della Tarsu ''sara' strettamente correlato alla tipologia di utenza''. Le categorie che registreranno aumenti piu' consistenti, prosegue l'associazione, sono gli esercizi di ristorazione e le vendite al dettaglio di generi ortofrutticoli freschi, con incrementi rispettivamente del 45% e 66%. Oltre agli incrementi gia' registrati, Confesercenti stima che un albergo dovra' far fronte a un ulteriore aggravio di spesa per Rifiuti e Servizi indivisibili di 1.000 euro l'anno, un parrucchiere di 80 euro l'anno, un ristorante di oltre 1.100 euro e un negozio di ortofrutta di quasi 800 euro l'anno.

com-rba/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari