domenica 26 febbraio | 02:18
pubblicato il 04/apr/2013 15:05

Fisco: Confedilizia, deve essere onesto. Immobiliare ''in fin di vita''

Fisco: Confedilizia, deve essere onesto. Immobiliare ''in fin di vita''

(ASCA) - Roma, 4 apr - L'immobiliare italiano e' ''in fin di vita'' e per salvarlo ''serve un fisco onesto e rivedere subito l'Imu''. Lo scrive Corrado Sforza Fogliani, presidente di Confedilizia, in una nota a commento dei dati diffusi dall'Istat sul mercato immobiliare. ''I dati dell'Istat con i valori riferiti o con altri anche peggiori dimostrano comunque che il mercato immobiliare e' bloccato e che i prezzi vanno sempre piu' giu', peggiorando di continuo. Se le aziende sono disperate, l'immobiliare e' in fin di vita. Ma l'Italia si salva salvando l'immobiliare'' afferma il numero uno di Confedilizia. ''E per salvare l'immobiliare - prosegue Fogliani - occorre rivedere da subito l'Imu, nella linea di un fisco onesto che tratti anche l'immobiliare per quel che rende, e se rende. Le forze politiche devono prendere una posizione precisa e cioe' pronunciarsi sul fatto che vogliano o meno tenere ancora in vita l'Imu, varata dal governo Monti in via sperimentale, che e' la causa prima di un impoverimento generalizzato degli italiani e della fine di ogni investimento nel settore'', conclude il presidente di Confedilizia.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech