sabato 10 dicembre | 18:09
pubblicato il 05/ago/2014 12:37

Fisco: Cgia, senza tagli spesa in arrivo stangata da 3mld nel 2015

(ASCA) - Roma, 5 ago 2014 - ''Speriamo nel taglio della spesa pubblica improduttiva, altrimenti nel 2015 gli italiani rischiano di subire un aumento automatico delle imposte di 3 miliardi di euro''. E' quanto sostiene il segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi che ricorda come secondo il Def approvato nella primavera scorsa, nel triennio 2014-2016 c'e' l'impegno del Governo di tagliare a regime la spesa pubblica per un importo di 32 miliardi di euro mentre per l'anno in corso l'obbiettivo e' di raggiungere una riduzione delle uscite di 4,5 miliardi di euro.Nel 2015 il Governo ha deciso di tagliare la spesa pubblica di 17 miliardi di euro, con un impegno minimo da raggiungere che non potra' essere inferiore ai 4,4 miliardi di euro. Nel caso il Governo non sia in grado di centrare questo obbiettivo minimo, ricorda la Cgia, scattera' la cosiddetta clausola di salvaguardia. ''In altre parole - sottolinea - a fronte del mancato taglio della spesa, i contribuenti saranno chiamati a sopportare un aggravio fiscale di 3 miliardi di euro, a seguito della riduzione delle agevolazioni/detrazioni fiscali e all'aumento delle aliquote, mentre i ministeri dovranno razionalizzare la spesa per un importo di 1,44 miliardi di euro''.

''In buona sostanza - prosegue Bortolussi - il meccanismo e' a dir poco diabolico. Se il Governo non sara' grado di chiudere gli enti inutili, di risparmiare sugli acquisti, di tagliare gli sprechi e gli sperperi che si annidano nella nostra Pubblica amministrazione ? Nessun problema, a pagare il conto ci penseranno in particolar modo i contribuenti italiani che gia' oggi subiscono un carico fiscale tra i piu' elevati d'Europa''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina