martedì 17 gennaio | 18:42
pubblicato il 05/ago/2014 12:37

Fisco: Cgia, senza tagli spesa in arrivo stangata da 3mld nel 2015

(ASCA) - Roma, 5 ago 2014 - ''Speriamo nel taglio della spesa pubblica improduttiva, altrimenti nel 2015 gli italiani rischiano di subire un aumento automatico delle imposte di 3 miliardi di euro''. E' quanto sostiene il segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi che ricorda come secondo il Def approvato nella primavera scorsa, nel triennio 2014-2016 c'e' l'impegno del Governo di tagliare a regime la spesa pubblica per un importo di 32 miliardi di euro mentre per l'anno in corso l'obbiettivo e' di raggiungere una riduzione delle uscite di 4,5 miliardi di euro.Nel 2015 il Governo ha deciso di tagliare la spesa pubblica di 17 miliardi di euro, con un impegno minimo da raggiungere che non potra' essere inferiore ai 4,4 miliardi di euro. Nel caso il Governo non sia in grado di centrare questo obbiettivo minimo, ricorda la Cgia, scattera' la cosiddetta clausola di salvaguardia. ''In altre parole - sottolinea - a fronte del mancato taglio della spesa, i contribuenti saranno chiamati a sopportare un aggravio fiscale di 3 miliardi di euro, a seguito della riduzione delle agevolazioni/detrazioni fiscali e all'aumento delle aliquote, mentre i ministeri dovranno razionalizzare la spesa per un importo di 1,44 miliardi di euro''.

''In buona sostanza - prosegue Bortolussi - il meccanismo e' a dir poco diabolico. Se il Governo non sara' grado di chiudere gli enti inutili, di risparmiare sugli acquisti, di tagliare gli sprechi e gli sperperi che si annidano nella nostra Pubblica amministrazione ? Nessun problema, a pagare il conto ci penseranno in particolar modo i contribuenti italiani che gia' oggi subiscono un carico fiscale tra i piu' elevati d'Europa''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa