venerdì 20 gennaio | 19:04
pubblicato il 22/gen/2011 13:01

Fisco/ Cgia: Per contribuenti conosciuti carico reale supera 51%

Pil nazionale nel 2010 è stimato attorno ai 1.554,7 miliardi euro

Fisco/ Cgia: Per contribuenti conosciuti carico reale supera 51%

Roma, 22 gen. (askanews) - I contribuenti conosciuti dal fisco italiano non hanno scampo: sui loro conti grava un carico fiscale reale, fatto di imposte e contributi, da far tremare i polsi. Lo sottolinea in una nota la Cgia di Mestre secondo cui nel 2010 la pressione fiscale sull'economia 'regolare' è oscillata tra il 51,1 e il 51,9% del Pil: oltre 8 punti percentuali in più rispetto al dato contabilizzato dal Ministero dell' Economia e delle finanze. "Sia chiaro - commenta Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre - l'Istituto nazionale di statistica e il Ministero dell'economia e delle finanze conteggiano la pressione fiscale in modo corretto. Quest'ultima, ricordo, è data dal rapporto tra il gettito, fiscale e contributivo, ed il Pil che include, così come prevedono le disposizioni statistiche internazionali, anche l'economia non osservata. Vale a dire il sommerso economico che, nel 2010, secondo una nostra stima, oscilla tra un valore minimo di 231,2 miliardi e un valore massimo di 272,7 miliardi. In buona sostanza, il nostro Pil nazionale (che nel 2010 è stimato attorno ai 1.554,7 miliardi di euro) racchiude in sè anche la cifra imputabile all'economia sommersa". Nel 2010, si legge nella nota, la pressione fiscale "ufficiale" ha toccato, secondo i dati presentati nel settembre scorso dal Mef, il 42,8% del Pil. Se, però, si toglie dalla ricchezza prodotta la quota addebitabile al sommerso economico, calcoliamo la pressione fiscale sul Pil reale (o, come l'abbiamo definita nella tabella allegata, la pressione fiscale sull'economia 'regolare'). Facendo questa operazione 'verità', il Pil diminuisce e, pertanto, aumenta il risultato che emerge dal rapporto. Ovvero, la pressione fiscale". "Ebbene, secondo la stima della Cgia di Mestre, nel 2010 la pressione fiscale sull'economia 'regolare', che pesa sui contribuenti italiani, è oscillata tra un'ipotesi minima del 51,1% e un'ipotesi massima del 51,9%. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4