martedì 21 febbraio | 20:34
pubblicato il 22/gen/2011 13:01

Fisco/ Cgia: Per contribuenti conosciuti carico reale supera 51%

Pil nazionale nel 2010 è stimato attorno ai 1.554,7 miliardi euro

Fisco/ Cgia: Per contribuenti conosciuti carico reale supera 51%

Roma, 22 gen. (askanews) - I contribuenti conosciuti dal fisco italiano non hanno scampo: sui loro conti grava un carico fiscale reale, fatto di imposte e contributi, da far tremare i polsi. Lo sottolinea in una nota la Cgia di Mestre secondo cui nel 2010 la pressione fiscale sull'economia 'regolare' è oscillata tra il 51,1 e il 51,9% del Pil: oltre 8 punti percentuali in più rispetto al dato contabilizzato dal Ministero dell' Economia e delle finanze. "Sia chiaro - commenta Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre - l'Istituto nazionale di statistica e il Ministero dell'economia e delle finanze conteggiano la pressione fiscale in modo corretto. Quest'ultima, ricordo, è data dal rapporto tra il gettito, fiscale e contributivo, ed il Pil che include, così come prevedono le disposizioni statistiche internazionali, anche l'economia non osservata. Vale a dire il sommerso economico che, nel 2010, secondo una nostra stima, oscilla tra un valore minimo di 231,2 miliardi e un valore massimo di 272,7 miliardi. In buona sostanza, il nostro Pil nazionale (che nel 2010 è stimato attorno ai 1.554,7 miliardi di euro) racchiude in sè anche la cifra imputabile all'economia sommersa". Nel 2010, si legge nella nota, la pressione fiscale "ufficiale" ha toccato, secondo i dati presentati nel settembre scorso dal Mef, il 42,8% del Pil. Se, però, si toglie dalla ricchezza prodotta la quota addebitabile al sommerso economico, calcoliamo la pressione fiscale sul Pil reale (o, come l'abbiamo definita nella tabella allegata, la pressione fiscale sull'economia 'regolare'). Facendo questa operazione 'verità', il Pil diminuisce e, pertanto, aumenta il risultato che emerge dal rapporto. Ovvero, la pressione fiscale". "Ebbene, secondo la stima della Cgia di Mestre, nel 2010 la pressione fiscale sull'economia 'regolare', che pesa sui contribuenti italiani, è oscillata tra un'ipotesi minima del 51,1% e un'ipotesi massima del 51,9%. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia