lunedì 20 febbraio | 01:06
pubblicato il 16/gen/2013 12:26

Fisco: Cgia Mestre, nuova Tares costera' 2 mld in piu' agli italiani

(ASCA) - Roma, 16 gen - Con l'attuale impianto, la nuova Tares, che da quest'anno sostituira' la vecchia Tarsu (Tassa asporto rifiuti) e la Tia (Tariffa igiene ambientale), costera' agli italiani almeno 2 miliardi di euro in piu' (precisamente 1,9 miliardi di euro). E' quanto calcola la Cgia di Mestre secondo la quale il gettito complessivo a carico delle famiglie e delle imprese sara' di almeno 8 miliardi. ''Come e' possibile - dichiara il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi - subire questi aumenti quando negli ultimi 5 anni di crisi economica la produzione dei rifiuti urbani e' diminuita del 5% e l'incidenza della raccolta differenziata, che ha consentito una forte riduzione dei costi di smaltimento, e' aumentata del 30,5%?''.

Se l'impianto della norma non verra' modificato, calcola la Cgia, su un capannone di 1.200 mq l'aggravio sara' di 1.133 euro (+22,7%); su un negozio di 70 mq l'asporto dei rifiuti costera' 98 euro in piu' (+19,7%); su una abitazione civile di 114 mq l'applicazione della Tares comportera' un aumento di spesa di 73 euro (+29,1%).

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia