venerdì 20 gennaio | 23:35
pubblicato il 04/giu/2011 20:19

Fisco/ Cgia: Da domani italiani lavorano per sè e non per tasse

Scatta il 'tax freedom day'

Fisco/ Cgia: Da domani italiani lavorano per sè e non per tasse

Milano, 4 giu. (askanews) - "Oggi è l'ultimo giorno dell'anno che lavoriamo per il fisco, da domani scocca il giorno di liberazione fiscale". A segnalarlo è il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che ha calcolato il giorno in cui si "smette" di pagare tasse e contributi allo Stato. Nel 2011, il 'tax freedom day' arriva il 5 giugno. "Anche quest'anno, così come era successo nel 2010 - prosegue Bortolussi in una nota - si sono resi necessari 155 giorni di lavoro, ben 40 giorni in più rispetto al dato registrato nel 1980". Per arrivare alla data del 5 giugno l'Ufficio studi della Cgia ha preso in esame il dato di previsione del Pil nazionale e lo ha suddiviso per i 365 giorni dell'anno, ottenendo così un dato medio giornaliero. Dopodichè, ha considerato il gettito di imposte, tasse e contributi che verseremo allo Stato, e lo ha diviso per il Pil giornaliero. Il risultato di questa operazione individua nella giornata di domani la data a partire dalla quale gli italiani lavoreranno per sè e non più per il fisco. "Lavorare sino al 4 giugno per lo Stato - rileva Bortolussi - ci dà l'idea di quanto eccessivo sia il nostro fisco. Ormai sui contribuenti onesti grava una pressione fiscale che arriva a toccare il 51-52%, un carico che non ha eguali in Europa. Solo la Svezia e la Danimarca hanno un livello di tassazione superiore al nostro". C'è un modo per far retrocedere il giorno di liberazione fiscale? "Con meno spesa pubblica possiamo ridurre anche le tasse. Ma questo risultato lo otteremo, molto probabilmente, con l'applicazione del federalismo fiscale. Per il nostro Paese rappresenta un'occasione storica per uscire da questa situazione. La strada, se tracciata bene, è quella giusta. Infatti, le esperienze europee ci dicono che gli stati federali hanno una spesa pubblica minore con una qualità dei servizi migliore".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4