sabato 10 dicembre | 19:35
pubblicato il 25/giu/2014 12:57

Fisco: AssoBirra, da aumento accise introiti scendono da 177 a 68 mln

(ASCA) - Roma, 25 giu 2014 - L'aumento delle accise sulla birra avra' l'effetto di registrare un introito reale che sara' piu' basso del 62% e si perderanno comunque 2.400 posti di lavoro giovanili. Uno studio realizzato da REF chiarisce che gli aumenti della fiscalita' (+30% in 15 mesi) programmati dallo Stato porteranno in effetti - a causa della flessione dei consumi (-5%) seguita all'innalzamento dei prezzi nemmeno il 40% delle risorse attese: 68 milioni di euro invece di 177.

La campagna salvalatuabirra voluta da AssoBirra, che ha raggiunto e superato la soglia delle 100.000 firme raccolte contro l'aumento delle tasse sulla birra, lancia un appello al Governo: ''fermate l'aumento di gennaio e salverete in extremis circa 1.200 posti di lavoro''.

Se la nostra accisa fosse ai livelli (3-4 volte in meno) spagnolo e tedesco, il settore vedrebbe generati circa 5.000 posti di lavoro in piu'.

''La birra - spiega Alberto Frausin, Presidente di AssoBirra - e' l'unica bevanda alcolica da pasto gravata da accisa in Italia e il Governo ha deciso di aumentare ancora la tassazione sul nostro prodotto. Ma quando aumentano le tasse il prezzo della birra sale, si riducono i consumi e, come dimostra lo studio del REF, anche lo Stato non ci guadagna quello che ha programmato... Mentre l'effetto depressivo di questi aumenti sull'occupazione, soprattutto giovanile, resta: fino a oggi abbiamo gia' bruciato, con i primi 2 aumenti, 1.200 posti di lavoro in settori strategici come l'industria alimentare, l'agricoltura, la distribuzione, bar e ristoranti. Ma siamo ancora in tempo a fermare l'ultimo aumento previsto a gennaio, salvaguardando in questo modo la fonte di reddito di 1.200 famiglie italiane. 100.000 italiani sono con noi, hanno firmato la nostra petizione e ci chiedono di andare avanti. #stopaumentoagennaio e' il nostro slogan e continueremo a spingerlo e sostenerlo fino a quando non verremo ascoltati''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina