giovedì 23 febbraio | 12:39
pubblicato il 15/nov/2013 15:21

Fisco: all'erario oltre 2 mld da IMU

Fisco: all'erario oltre 2 mld da IMU

(ASCA) - Roma, 15 nov - Ammonta a 202 ilioni di euro l'incasso per la quota destinata allo Stato per l'Imu sugli immobili al 30 settembre scorso. Sfiora 1,9 miliardi l'importo destinato all'erario derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D. E' quanto emerge dal rapporto sulle entrate tributarie elaborato dal dipartimento delle finanze edalla Ragioneria generale dello Stato. Il rapporto ricorda che il confronto con le entrate IMU relative al 2012 risente delle modifiche normative intervenute nella disciplina dell'imposta. Infatti l'art.1 comma 380 lettera f) della Legge di Stabilita' per il 2013 ha modificato la ripartizione del gettito tra comune ed erario riservando allo Stato a partire dal 2013 unicamente il gettito dell'IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato applicando l'aliquota di base dello 0,76 per cento alla base imponibile.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Grecia
Grecia, Regling: non ci sarà bisogno di nuovo salvataggio in 2018
Conti pubblici
Moscovici: adesso Italia non adempiente, spero agisca in tempo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Nestlé eliminerà 18.000 tonn. di zucchero da prodotti entro 2020
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech