mercoledì 18 gennaio | 01:29
pubblicato il 24/mar/2014 19:42

Fisco: Abete, no a patrimoniale si' contributo annuale a crescita

Fisco: Abete, no a patrimoniale si' contributo annuale a crescita

(ASCA) - Roma, 24 mar 2014 - No a una patrimoniale ''di aggressione una tantum'', si' ''a un contributo per la trasparenza alla crescita'', con parallelamente ''l'aumento della tassazione indiretta'' e ''un salto in avanti culturale sulla contrattazione aziendale'' costruendo un ''mix tra salario professionale tassato con un'aliquota ex ante e un salario aziendale legato alla produttivita' con un'aliquota ridotta flat del 10%''. Sono le proposte avanzate dal presidente di Bnl Bnp-Paribas, Luigi Abete, nel corso della presentazione alla Luiss del libro di Innocenzo Cipolletta ''In Italia paghiamo troppe tasse, falso!'', edito da Laterza. Un titolo ''volutamente provocatorio'' per l'autore e che per Abete ''puo' sembrare scandaloso'' ma il cui obiettivo e' ''sistematizzare le questioni'' in campo fiscale in Italia. ''E' un tema legato a equilibri impliciti ai ceti sociali, alla tipologia di reddito e di spesa'', ha aggiunto Abete segnalando come la distribuzione della tassazione in Italia faccia in modo che ''una parte del paese paghi tanto e un'altra meno''. Nell'identificare i tre punti per riequilibrare il sistema, il presidente di Bnl ha sottolineato come ''un contributo ordinario, cioe' annuale, sui patrimoni legato e finalizzato all'obiettivo della crescita e dunque alla riduzione stessa delle tasse, non dovrebbe scandalizzare nessuno'', ricordando analoghi esempi in Gran Pretagna e Usa.

Necessario poi, per Abete, riequilibrare l'imposizione indiretta e l'imposizione sul reddito personale. In questo senso ''bene ha fatto il governo a concentrare un'attivita' straordinaria sui redditi tra gli 8 e i 25 mila euro ma questa non puo' essere un'operazione strutturale e permanente''. Al dibattito sul volume di Cipolletta, introdotto dal rettore della Luiss Massimo Egidi, e' intervenuto anche l'economista Pietro Reichlin, che si e' in particolare soffermato sulle questioni storiche del debito pubblico in Italia.

gbt/rf/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa