venerdì 09 dicembre | 03:55
pubblicato il 27/mag/2013 10:29

Fisco: Abete, errore intervenire su Imu, ridurre tasse sul lavoro

Fisco: Abete, errore intervenire su Imu, ridurre tasse sul lavoro

(ASCA) - Milano, 27 mag - Intervenire sull'Imu e' ''un errore'' anche se ora una riduzione delle tasse sulla prima casa appare ''inevitabile'' per effetto di ''accordi politici tra le forze di maggioranza''. Meglio sarebbe ''ridurre le tasse sul reddito e sul lavoro che sono quelle che piu' penalizzano il nostro sistema produttivo''. Cosi' il presidente di Assonime, Luigi Abete, illustra la ''ricetta fiscale'' dell'associazione delle societa' quotate.

''Gli strumenti per abbattere la pressione fiscale - ha spiegato Abete durante il convegno attuale promosso da Assonime e Assolombarda sulla fiscalita' di impresa - restano la lotta all'evasione e il contenimento della spesa pubblica''. In questo contesto ''destinare le poche risorse diponibili a una riduzione o addirittura a una restituzione dell'Imu sulla prima casa non appare condivisibile''. Perche' per il numero uno di Assonime ''meglio sarebbe mantenere la tassazione della prima casa alleggerendola con la previsione di opportune franchigie per fasce limitate di meno abbienti'', considerato anche che ''la tassazione del patrimonio immobiliare e' presente in tutti i sistemi tributari dei paesi avanzati ed e' comunemente utilizzata per finanziare le infrastrutture e i servizi sociali''. Abete, percio', non ha dubbi: ''Le esigue risorse disponibili - e' il suo messaggio - andrebbero concentrate su sgravi mirati sul costo del lavoro''. Sul fronte dei redditi alle persone fisiche, la proposta di Assonime e' quella di ''estendere la tassazione sostitutiva tipica dei redditi da capitale anche ai redditi patrimoniali e ad alcune componenti della retribuzione'', con particolare riferimento ''agli affitti e al salario di produttivita' negoziato a livello aziendale''.

Quanto, invece, ai redditi di impresa, se e' vero che ''lo spazio per abbattere i carichi fiscali e' scarso'', e' altrettanto vero che la strada potrebbe essere quella di ''cercare di semplificare un sistema fiscale divenuto ormai complesso e disarticolato''. Occorrerebbero, percio', chiarezza e stabilita' delle regole, ossia ''uno degli elementi fondamentali per orientare le decisioni di investimento degli operatori economici. E' su questo - ha tenuto a sottolineare Abete - che si giocano la certezza del diritto, l'affidabilita' del nostro ordinamento e il suo appeal nei confronti degli investitori esteri''. Inoltre, per Assonime andrebbe ''ristrutturato e meglio calibrato il sistema delle agevolazioni, molto spesso contradditorie, sovrabbondanti e settoriali''. L'obiettivo resta quello di puntare su una ''progressiva diminuzione dell'imposizione sulle imprese e sul lavoro in linea con un trend europeo e mondiale che non puo' essere disattesa''. Per raggiungere questo traguardo, occorre insistere sulla lotta all'evasione e all'elusione fiscale, che per Abete, ''otterra' risultati utili solo quando sara' avviata in modo sistematico un'attivita' di accertamento ben calibrata negli obiettivi e nei mezzi e perseguita senza tentennamenti''.

fcz/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni