martedì 28 febbraio | 15:33
pubblicato il 12/feb/2013 13:35

Finmeccanica: India, governo italiano non aveva posizione ufficiale

Finmeccanica: India, governo italiano non aveva posizione ufficiale

(ASCA) - Roma, 12 feb - Il governo indiano aveva chiesto dettagli a quello italiano non appena erano emerse le prime notizie di tangenti legate all'acquisto degli elicotteri di Finmeccanica, ma il governo di Roma ha risposto di ''non avere una posizione ufficiale data l'indipendenza del sistema giudiziario italiano''. E' quanto ha riferito nei mesi scorsi al Parlamento il ministro della Difesa indiano A.K. Antony, dichiarazioni ribadite oggi da un portavoce del Ministero degli Affari Esteri di New Delhi. ''Il Ministero della Difesa'', aveva detto Antony, ''e' costantemente alla ricerca di una soluzione del problema e impegnato a prendere delle opportune misure punitive nel caso in cui le accuse fossero circostanziate''. Il principale partito di opposizione indiano, il Bharatiya Janata (BJP), ha accusato il governo di non voler avviare una sua propria inchiesta visti ''i molti nomi indiani coinvolti'' nella vicenda. ''E' per questo che cercano la scusa che il governo italiano non ha fornito informazioni'', ha detto ai giornalisti il portavoce del BJP, Prakash Javadekar.

L'India sta attualmente spendendo miliardi di dollari per aggiornare il proprio sistema di difesa e non e' la prima volta che scoppiano scandali. Negli anni ottanta, il governo guidato dall'allora primo ministro Rajiv Gandhi fu costretto alle dimissioni dopo la scoperta che il gruppo svede se Bofors aveva pagato mazzette ai funzionari pubblici per ottenere un contratto da 1,3 miliardi di dollari per forniture di artiglieria. Anche se non emersero prove che Rajiv Gandhi avesse ricevuto denaro illegittimo, il suo governo perse la fiducia nel 1989 proprio a causa del caso Bofors. Gandhi e' stato ucciso nel 1991 dagli estremisti Tamil e la moglia Sonia, nata in Italia, guida oggi il Partito del Congresso ancora una volta coinvolto in storie simili. Dopo lo scandalo della Bofors, l'India aveva proibito l'intervento di intermediari nei contratti relativi alla difesa. (fonte AFP).

red-uda/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Taxi
Taxi, Cgia Mestre: in Italia i costi di gestione più alti dell'Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech