mercoledì 07 dicembre | 17:26
pubblicato il 28/nov/2013 19:20

Finmeccanica: Fiori, esperienza aerospazio per riduzione rischi sanitari

Finmeccanica: Fiori, esperienza aerospazio per riduzione rischi sanitari

(ASCA)- Roma, 28 nov - Come si coniuga l'esperienza aerospaziale con la riduzione del rischio in sanita'? La risposta arriva da Finmeccanica, gruppo attivo nel settore delle alte tecnologie, in occasione dell' 8* edizione del Forum Risk Management, in corso ad Arezzo Fiere, dove vengono presentate delle innovative opportunita' per migliorare la gestione dell'emergenze, delle risorse e per comprendere al meglio le potenzialita' di crescita professionale nel settore sanitario. ''Il gruppo - spiega Lorenzo Fiori, chief technology officer di Finmeccanica - intende dare il proprio contributo soprattutto per accrescere la sicurezza. Il patrimonio che noi mettiamo a disposizione e' quello che deriva da oltre 50 anni di lavoro, studio e costante ricerca.

A questo proposito abbiamo notato che le analogie che esistono tra le situazioni riguardanti l'aerospazio e quelle sanitarie sono davvero enormi. A farsi dalla necessita' di prendere decisioni in tempi rapidi fino ad arrivare al lavoro in team, le modalita' di stress e le competenze richieste sono davvero molto analoghe. Abbiamo per tanto pensato che le simulazioni che noi gia' abbiamo progettato per settori specifici potrebbero essere anche applicate a quello sanitario''.

Ricreare ambienti virtuali dove medici e operatori sanitari possono mettersi alla prova in situazioni di emergenza o nella gestione quotidiana di una struttura ospedaliera, puo' diventare una concreta opportunita' di miglioramento per contenere situazioni di rischio e prevenire eventuali criticita'. ''Tutte le simulazioni che noi realizziamo - spiega ancora Fiori - sono facilmente applicabili anche in sanita'. Creare degli ambienti virtuali che abbiano quasi le stesse caratteristiche di quelli reali puo' dare un contributo notevole al miglioramento degli standard nel settore. Il prossimo passo sara' dunque, quello di coniugare virtuale e realta'. La tecnologia potra' essere un valido ausilio per integrare il percepito e permettere al ricevente di accrescere le proprie conoscenze senza distogliere l'attenzione da altro. Pensiamo ad un chirurgo che mentre opera riesce, grazie all'apporto di tecnologie adeguate, a ricevere informazioni aggiuntive sulla situazione del paziente. Tutto questo e' a disposizione anche del settore sanitario che, se lo vorra', potra' contare sul patrimonio da noi elaborato in anni di lavoro''.

com-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni