martedì 21 febbraio | 20:53
pubblicato il 28/nov/2013 19:20

Finmeccanica: Fiori, esperienza aerospazio per riduzione rischi sanitari

Finmeccanica: Fiori, esperienza aerospazio per riduzione rischi sanitari

(ASCA)- Roma, 28 nov - Come si coniuga l'esperienza aerospaziale con la riduzione del rischio in sanita'? La risposta arriva da Finmeccanica, gruppo attivo nel settore delle alte tecnologie, in occasione dell' 8* edizione del Forum Risk Management, in corso ad Arezzo Fiere, dove vengono presentate delle innovative opportunita' per migliorare la gestione dell'emergenze, delle risorse e per comprendere al meglio le potenzialita' di crescita professionale nel settore sanitario. ''Il gruppo - spiega Lorenzo Fiori, chief technology officer di Finmeccanica - intende dare il proprio contributo soprattutto per accrescere la sicurezza. Il patrimonio che noi mettiamo a disposizione e' quello che deriva da oltre 50 anni di lavoro, studio e costante ricerca.

A questo proposito abbiamo notato che le analogie che esistono tra le situazioni riguardanti l'aerospazio e quelle sanitarie sono davvero enormi. A farsi dalla necessita' di prendere decisioni in tempi rapidi fino ad arrivare al lavoro in team, le modalita' di stress e le competenze richieste sono davvero molto analoghe. Abbiamo per tanto pensato che le simulazioni che noi gia' abbiamo progettato per settori specifici potrebbero essere anche applicate a quello sanitario''.

Ricreare ambienti virtuali dove medici e operatori sanitari possono mettersi alla prova in situazioni di emergenza o nella gestione quotidiana di una struttura ospedaliera, puo' diventare una concreta opportunita' di miglioramento per contenere situazioni di rischio e prevenire eventuali criticita'. ''Tutte le simulazioni che noi realizziamo - spiega ancora Fiori - sono facilmente applicabili anche in sanita'. Creare degli ambienti virtuali che abbiano quasi le stesse caratteristiche di quelli reali puo' dare un contributo notevole al miglioramento degli standard nel settore. Il prossimo passo sara' dunque, quello di coniugare virtuale e realta'. La tecnologia potra' essere un valido ausilio per integrare il percepito e permettere al ricevente di accrescere le proprie conoscenze senza distogliere l'attenzione da altro. Pensiamo ad un chirurgo che mentre opera riesce, grazie all'apporto di tecnologie adeguate, a ricevere informazioni aggiuntive sulla situazione del paziente. Tutto questo e' a disposizione anche del settore sanitario che, se lo vorra', potra' contare sul patrimonio da noi elaborato in anni di lavoro''.

com-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia