lunedì 23 gennaio | 05:31
pubblicato il 18/mar/2014 17:18

Finmeccanica: Fiom, Governo convochi parti dopo fine controversia Fyra

(ASCA) - Roma, 18 mar 2014 - ''La Fiom prende atto della risoluzione della controversia tra Ansaldo Breda e le Ferrovie olandesi''. Lo dichiara Massimo Masat, coordinatore nazionale Fiom-Cgil del Gruppo Ansaldo Breda, comemntando l'accordo tra AnsaldoBreda e le ferrovie olandesi sul nuovo treno Fyra.

''Onestamente - aggiunger Masat -ci sembra che gli elementi contenuti nell'accordo non rispecchino affatto la posizione che Ansaldo Breda aveva manifestato all'indomani della dichiarazione delle ferrovie Olandesi di rescindere il contratto. Da oggi ci saranno diciotto treni completi da ricollocare sul mercato perche' rifiutati dall'Olanda e, laddove questi verranno ricollocati, si pagheranno piu' di venti milioni a chi ha rifiutato la commessa. A noi sembra alquanto singolare''.

''Non essendo stati assolutamente informati - conclude il sindacalista -, auspichiamo almeno che cio' serva alla creazione del Polo dei trasporti e su questo chiediamo che il Governo convochi le parti al piu' presto. Serve un segnale forte a difesa della nostra industria e a sostegno di una nuova politica sulla mobilita'''.

comsen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4