sabato 03 dicembre | 11:01
pubblicato il 18/feb/2013 17:27

Finmeccanica: Boccia (Upd), deve restare pubblica

Finmeccanica: Boccia (Upd), deve restare pubblica

(ASCA) - Roma, 18 feb - ''Siamo senz'altro in prima linea nel difendere l'italianita' di Finmeccanica: la battaglia per evitare la vendita di Ansaldo energia a Siemens per pure ragioni di cassa condotta nei mesi scorsi ne e' la prova piu' lampante''. Lo dichiara il coordinatore delle commissioni economiche del gruppo Pd della Camera, Francesco Boccia.

''Quindi, dico a Landini - prosegue Boccia - che oggi insiste su questo punto, che se si esce dai pregiudizi e dalla pur comprensibile propaganda elettorale, si puo' vedere che le proposte del Partito democratico indicano la strada giusta per uscire a sinistra dalla crisi. Siamo convinti e non a parole, tutta la nostra attivita' parlamentare lo dimostra, che Finmeccanica deve restare pubblica e, soprattutto, deve essere l'epicentro della politica industriale del nostro Paese. Da questo punto di vista la vittoria di Bersani e' una garanzia per scelte che guardano all'interesse nazionale'', conclude.

com-ceg/rf/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari