domenica 04 dicembre | 15:24
pubblicato il 26/gen/2015 11:16

Finlandia: debito Grecia può solo essere dilazionato, e di poco

Premier Stubb esclude ristrutturazione e cambi "drastici"

Roma, 26 gen. (askanews) - Il premier della Finlandia mette le mani avanti: di ristrutturare il debito pubblico della Grecia non ne vuole sentir parlare. Al massimo una riscadenziazione dei pagamenti, ha affermato Alexander Stubb, reagendo di fronte alla stampa alla vittoria elettorale di Syriza di Alexis Tsipras. Da rilevare che all'epoca degli aiuti bilaterali il paese scandinavo pretese e ottenne, unico caso, garanzie reali per le sue quote di supporto alla Grecia.

"Non siamo pronti a una cancellazione del debito della Grecia - ha detto - ma ovviamente siamo pronti a discutere diversi programmi". Ad esempio "potremmo prolungare le scadenze di pagamento".

Tuttavia Stubb ha anche chiarito che non sono possibili cambiamenti "radicali" su questo versante. "La realtà è che le condizioni dei prestiti alla Grecia sono già molto morbide. E dobbiamo attenerci alle regole - ha concluso - perché la loro violazione è stata la causa principale della crisi". (fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari