giovedì 23 febbraio | 04:02
pubblicato il 30/lug/2014 14:41

Fincantieri: Bono, in Italia bacini troppo piccoli per navi da crociera

(ASCA) - Trieste, 30 lug 2014 - Sempre nuovi problemi per la cantieristica italiana. ''Una carenza, che magari emergera' piu' tra 10 anni, ma che stiamo denunciando gia' ora - ha detto Giuseppe Bono, amministratore delegato Fincantieri, in un'audizione in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia - e' che le navi da crociera sono sempre piu' grandi e tra un po' i bacini non lo saranno abbastanza, percio' anche Monfalcone, che pure e' il piu' grande, non sara' sufficiente''. Secondo Bono, che ha fatto il punto sulla cantieristica in Italia, ci sono da cambiare anche alcune regole ''se vogliamo che l'industria viva: ad esempio, se noi verifichiamo che uno ruba, non lo possiamo licenziare perche' per la privacy non possiamo essere noi a scoprirlo, ma la polizia. Cose cosi' fanno morire l'impresa''. Quanto alla sicurezza, tema posto dal sindacato, Bono ha precisato che ''le regole che valgono per noi, valgono anche per gli altri, appalti e subappalti''. fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech