lunedì 27 febbraio | 15:25
pubblicato il 17/lug/2011 12:08

Fiat,Tribunale: newco Pomigliano legittima ma Fiom deve rientrare

Il giudice di Torino accoglie in parte il ricorso sindacato rosso

Fiat,Tribunale: newco Pomigliano legittima ma Fiom deve rientrare

L'accordo di Pomigliano è legittimo ma la Fiat ha tenuto un comportamento antisindacale violando l'articolo 28 dello Statuto dei lavoratori. La Fiom quindi deve rientrare nello stabilimento di Pomigliano. A sancirlo è la sentenza emessa dal tribunale di Torino dopo il ricorso presentato dalla Fiom-Cgil contro Fabbrica Italia-Pomigliano, la newco creata dal Lingotto per il rilancio dello stabilimento campano. In discussione c'era il contratto firmato da tutte le sigle sindacali ad eccezione della Cgil nel dicembre 2010: quell'accordo rimpiazza il contratto nazionale dei metalmeccanici e, tra le altre cose, esclude dalle Rappresentanze sindacali aziendali le sigle che non hanno firmato il contratto. Ora il giudice di Torino riammette la Fiom alla rappresentanza in fabbrica ma conferma la legittimità della newco campana.

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech