martedì 24 gennaio | 20:24
pubblicato il 02/gen/2014 10:43

Fiat: Ugl, acquisto Chrysler positivo anche per industria italiana

(ASCA) - Roma, 2 gen 2014 - ''Si tratta di una notizia positiva non solo per Fiat ma per l'intero panorama industriale italiano che in gran parte sta ancora vivendo una crisi senza precedenti ed e' ben lontano dal potersi permettere una simile operazione''. Con queste parole il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, commenta l'accordo siglato ieri tra il Lingotto e Veba pari a 3,65 miliardi di dollari con cui Fiat ha acquisito il 41,5% della quota detenuta dagli americani, rilevando cosi' tutta la Chrysler.

''L'importante - aggiunge in conclusione il sindacalista - e' che tale avvenimento storico, con il quale Fiat diventa a tutti gli effetti un costruttore auto globale, possa portare anche nel nostro Paese piu' sviluppo e piu' investimenti''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Aeroporti
Aeroporti, Enac: nei prossimi 5 anni investimenti per 4,2 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4