domenica 11 dicembre | 05:55
pubblicato il 14/gen/2014 20:31

Fiat: trattativa su contratto aggiornata a 23 e 24 gennaio

Fiat: trattativa su contratto aggiornata a 23 e 24 gennaio

(ASCA) - Torino, 14 gen 2014 - E' stata aggiornata al 23 e 24 gennaio la trattativa per il rinnovo del contratto Fiat in discussione all'Unione industriale di Torino tra azienda e sindacati firmatari del contratto (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri). Il negoziato sta ancora definendo la parte normativa.

''Ci siamo scambiati i testi - ha detto Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim-Cisl - e abbiamo presentato le nostre richieste di modifiche. L'azienda ha gia' accolto alcuni punti relativi alle relazioni sindacali, quali ad esempio la richiesta di un incontro di settore per affrontare prospettive di occupazione e investimenti, il miglioramento delle commissioni partecipative previste dal contratto, con la riduzione dei tempi previsti per le procedure di raffreddamento. Poi sono stati affrontati temi sull'orario di lavoro e alcuni elementi positivi nella flessibilita' sono stati accolti''. Ad esempio l'aumento dell'orario flessibile di entrata per gli impiegati, che prima potevano entrare dalle otto alle nove del mattino, e ora potranno farlo fino alle 9,30, la possibilita' di utilizzare i permessi retribuiti a due o tre ore alle volta, mentre prima erano solo quattro ore per volta, la riduzione dei tempi di richiesta dei permessi, la possibilita' di ottenerli in modo anticipato rispetto alla maturazione mensile delle ore.

''Altre richieste, come l'istituzione della banca delle ore - continua Uliano - sono invece state subordinate alle condizioni di assenteismo nei singoli stabilimenti, una cosa che consideriamo sbagliata e abbiamo invitato l'azienda a riesaminare la questione''.

La discussione sulla parte normativa affrontera' anche i capitoli dell'inquadramento professionale e del diritto allo studio, premi di competivita', e la contrattazione di secondo livello. Il negoziato potrebbe esaurisi gia' nel prossimo incontro del 23 mentre il 24 potrebbe cominciare a essere discussa la questione salariale per la quale i sindacati firmatari chiedono un aumento di 90 euro nel biennio. ''Anche se dovessimo chiudere nei primi di febbraio non cambia molto'', aggiunge Vincenzo Aragona della Fismic.

Nel frattempo e' previsto un incontro dei sindacati con l'ad Fiat Sergio Marchionne a ridosso, forse lo stesso giorno, del cda Fiat previsto per il 29 gennaio. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina