sabato 03 dicembre | 04:17
pubblicato il 09/set/2013 19:25

Fiat: su cigs azienda incontra separatamente Fiom

(ASCA) - Torino, 9 set - Incontro separato questo pomeriggio all'Unione Industriale tra la Fiom e la Fiat sulla proroga della cig per Mirafiori dopo quello di questa mattibna con i sindacati firmatari del contratto. Si e' discusso soltanto della proroga della cigs e no n del trasferimento del ramo d'azienda Maserati di Grugliasco all'interno di Fiat Group Automobiles. ''Abbiamo sollevato innanzitutto un problema relativo al riconoscimento delle rsa - dice Federico Bellono, segretario cittadino della Fiom - Fiat ci ha convocati come oranizzazioni territoriali sostenendo di non sapere se le nostre rsa sono confermate. Noi, che oggi siamo venuti con i nostri rappresentanti di Mirafiori, abbiamo ribadito di averle nominate un anno e mezzo fa e nulla osta che vengano informate come prevede la normativa e ci aspettiamo che questa avvenga''. Quanto all'incontro, Bellono sottolinea due questioni: ''La prima non e' negativa, in quanto per la prima volta, anzche' incontrare gli avvocati dell'azienda ci siamo trovati di fronte i dirigenti dell'azienda. La seconda pero' riguarda lo sconcerto per la decisione da parte dell'azienda di non voler rispondere alle nostre cdomande sugli investimenti.

Anzi ci ha esplicitamente detto di non dovere queste risposte ne' a noi, ne' agli altri sindacati e quindi alla luce di queste dichiarazioni mi vinee da chiedere da dove arrivino le certezze e gli entusiasmi delle altre organizzazioni sindacali''. ''Registrando come positiva l'intenzione dell'azienda di provcedere agli investimenti - ha concluso Bellono - occorre trovare un'ocasione in tempi brevi per avere comunque piu' nformazioni e questo e' un problema non solo del sindacato ma anche per chi ha responsabilita' di governo''.

Infine un accenno alle officine Maserati ''dove oggi - conclude Bellono - lavorano in distacco circa 800 addetti di Mirafiori. Abbiamo percio' chiesto che le poche decine di dipendenti Maserati, quasi tutti della Fiom, che ancora sono fori dallo stabilimento possano rientrare al piu' presto''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari