domenica 04 dicembre | 00:53
pubblicato il 04/set/2013 13:26

Fiat: sindacati firmatari esortano Fiom ad aderire al contratto

(ASCA) - Roma, 4 set - I sindacati firmatari del contratto collettivo Fiat ''esortano ancora una volta la Fiom-Cgil ad accettare le regole basilari della democrazia industriale, aderendo a un contratto firmato dalle organizzazioni sindacali largamente maggioritarie in Fiat''. E' quanto si legge nel comunicato diffuso dopo l'incontro tra l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, e i sindacati firmatari del contratto Cisl, Uil, Fim, Uilm, Fismic, Ugl, Uglm e associazioni quadri e capi. Nel corso dell'incontro Marchionne ha sottolineato che il contratto sia stato uno strumento ''determinante'' per il rilancio qualitativo e produttivo degli stabilimenti Fiat in Italia''. Anche grazie ad una piena applicazione delle regole innovative dell'accordo e' stato ''possibile portare gli stabilimenti italiani, come Pomigliano d'Arco, Grugliasco, Melfi e Sevel ad un livello di eccellenza nel panorama automobilistico intrnazionale''. I sindacati firmatari hanno confermato il loro impegno nella difesa e nel rafforzamento dello strumento contrattuale, riconoscendo che esso rappresenta una condizione imprescindibile per l'impegno industriale di Fiat in Italia''. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari