giovedì 23 febbraio | 08:39
pubblicato il 04/lug/2014 13:55

Fiat: sindacati fiduciosi su convocazione entro 15/7 per il contratto

(ASCA) - Torino 4 lug 2014 - Ancora non c'e' nulla di ufficiale, ma potrebbe essere riconvocato attorno al 15 di luglio il tavolo per il contratto Fiat. Tra i sindacati firmatari si registra un clima di moderata fiducia dopo le dichiarazioni piu' distensive dell'ad Sergio Marchionne degli ultimi giorni. La ripresa del negoziato, dopo che le parti hanno sancito la rottura per la distanza sull'una tantum da erogare per il 2014 (Fiat ha offerto 250 euro, i sindacati ne chiedono 300), sarebbe finalizzata all'accordo e questo dovrebbe significare che l'azienda sarebbe disponibile ad alzare la sua offerta. Perche' l'aumento possa essere inserito nelle buste paga di luglio, occorre pero' la firma entro il 20-21 del mese, per dar tempo di preparare le nuove buste paga. Dovrebbe invece saltare la verifica semestrale tra Fiat e sindacati sull'andamento del gruppo come previsto dal contratto e che dopo quella di fine gennaio avrebbe dovuto verosimilmente svolgersi a fine luglio, dopo il Cda sulla semestrale in agenda il 31 luglio. L'Investor day del maggio scorso a Detroit con l'annuncio del piano industriale, spiegano i sindacati, ha comunque assolto gli obblighi di comunicazione previsti dal Ccsl Fiat, e un incontro con Marchionne a Torino tra poche settimane non potrebbe comunque aggiungere molto.

''Diverso - spiega Fernando Uliano, segretario nazionale Fim-Cisl - e' invece il tema di un incontro di dettaglio sulle ricadute delle strategie messe in campo a Detroit nei singoli stabilimenti italiani del gruppo, ad esempio la Magneti Marelli di San Benigno Canavese (In cig straordinaria, ndr) che dovra' produrre componenti per i nuovi modelli di alta gamma''.

Su questo incontro, a cui non dovrebbe partecipare necessariamente Marchionne, l'azienda si era dichiarata disponibile, riferisce Uliano, ma poi l'inasprimento della vicenda contrattuale ha congelato ogni cosa. Se si trovera' una soluzione per gli aumenti salariali degli 86mila dipendenti del gruppo anche questo dossier potrebbe essere riaperto entro la pausa estiva. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech