giovedì 19 gennaio | 03:48
pubblicato il 21/feb/2014 18:50

Fiat: Rsa sindacati firmatari, aumenti salariali sono irrinunciabili

(ASCA) - Torino, 21 feb - L'aumento salariale, pur individuando soluzioni alternative ai minimi per il 2014, e' irrinunciabile. In caso contrario verranno messe in atto iniziative di ''pressione''. E' quanto hanno ribadito oggi in relazione al rinnovo del contratto di primo livello le Rsa dei sindacati firmatari degli stabilimenti italiani del gruppo Fiat e Cnh Industrial riunite a Torino e Roma. Al termine delle assemblee i circa 750 delegati di Fim-Cisl Uilm-Uil Fismic Uglm e Aqcf hanno approvato quasi all'unanimita' un documento nel quale si sottolinea che si ''ritiene inaccettabile la posizione di non riconoscere incrementi salariali per il 2014. Anche in un contesto di difficolta' - si aggiunge -, un contratto non si fa senza una soluzione economica, e' possibile individuare una soluzione salariale diversa da quella dei minimi per il 2014, ma una soluzione economica ci deve essere e deve rispondere alla nostra richiesta economica in piattaforma''. ''Per il 2015 - si dice ancora - la soluzione sui minimi e' irrinunciabile e la si puo' individuare anche con una trattativa successiva all'incontro con l'Ad, ma non puo' essere ulteriormente rinviata. La contrattazione di secondo livello dovra' invece trovare una risposta gia' nel 2014 e l'erogazione conseguente agli obiettivi raggiunti''. Quanto alla parte normativa si giudicano ''positivamente i miglioramenti acquisiti dal negoziato su alcune parti le parti normative in particolare sull'orario di lavoro, sull'inquadramento professionale, sul premio WCM, sul diritto allo studio e sul sistema di relazioni sindacali. Le distanze che ancora permangono su alcune parti normative (Par frazionati per turnisti, Banca delle ore, malattia, WCM, ecc.) devono essere colmate''. ''Queste sono le proposte che l'assemblea delle RSA ha individuato come possibilita' di conclusione del negoziato - conclude il documento -, diversamente se l'azienda non riaprira' il negoziato nei prossimi giorni e non cambiera' posizione le segreterie nazionali sono impegnate ad individuare iniziative a sostegno della ripresa del negoziato''. com/eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina