domenica 04 dicembre | 13:38
pubblicato il 11/lug/2014 15:27

Fiat: ripresa trattativa su contratto. Si punta almeno ad aumento 260 €

(ASCA) - Torino, 11 lug 2014 - I sindacati si augurano di riuscire a spuntare un aumento, qualunque sia, ma verosimilmente di almeno dieci euro, rispetto all'offerta Fiat (250 euro di una tantum per il 2014) su cui si erano interrotte le trattative il 10 giugno scorso. Su questo auspicio e' ripreso questo pomeriggio, con una riunione ristretta tra la delegazione del Lingotto e i vertici nazionali dei sindacati firmatari (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione quadri) il confronto sul Contratto specifico di primo livello che riguarda 86mila dipendenti del gruppo.

Da tutte le sigle, chi con piu' convinzione, come la Fismic, chi con semplice realismo, si sostiene che si firmera' l'accordo dopo una trattativa durata parecchi mesi e che non puo' trascinarsi oltre. Entro il 20 di luglio saranno definite le nuove buste paga e per allora, confidano i sindacati, bisognera' dare un segnale positivo ai lavoratori Fiat, compresi i cassintegrati che sono trentamila e su cui si e' verificato un nuovo tiraemolla per l'irrigidimento dell'azienda dopo la procalamzione del blocco degli straordinari delle settimane scorse.

''Ci sono eventi che passano alla storia, altri che restano nella cronoca, questo appartiene al secondo genere'', osserva freddamente Roberto Di Maulo, segretario generale Fismic. Mentre Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim, oltre ad auspicare il cosiddetto passo in avanti dell'azienda sulla questione economica, invoca una soluzione anche sui punti della parte normativa del contratto condivisi fino ad oggi. ''Poi a settembre - dice - riprenderemo la trattativa su tutta la parte normativa oltre che sulla questione economica relativa all'intero biennio (eventuali ma improbabili residui sui minimi del 2014 e tutto il 2015, NdR)''. ''Certo - osserva Uliano - dobbiamo riprendere un orizzonte contrattuale piu' normale, preferibilmente triennale. Non possiamo affrontare una discussione continua che in questo periodo, lo comprendiamo, e' stata condizionata in modo decisivo dalla situazione di crisi''.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari