domenica 19 febbraio | 21:06
pubblicato il 30/gen/2013 14:41

Fiat: ricavi e utile gestione in crescita nel 2012 (1 update)

(ASCA) - Roma, 30 gen - La Fiat archivia il 2012 centrando o superando tutti gli obiettivi e conferma i target per il 2013. Nonostante la profonda crisi del mercato italiano e la debolezza della domanda in Europa, il Lingotto registra una progressione di ricavi, consegne e redditivita' operativa grazie alle performance sui mercati globali con forti risultati sui mercati Nafta, in America latina e Asia.

I numeri principali mostrano un fatturato che raggiunge gli 84 miliardi di euro con un aumento del 12% sull'esercizio precedente e un utile della gestione ordinaria che si attesta a oltre 3,8 miliardi contro i 2,3 miliardi del 2011 nonostante la perdita operativa per 0,7 miliardi nella regione Emea.

Sul fronte dei ricavi, le region NAFTA e APAC hanno registrato una significativa crescita, rispettivamente del 29% (+19% a cambi costanti) e del 50%. LATAM si e' confermata forte, mentre i ricavi di EMEA sono diminuiti dell'11% per effetto del continuo deteriorarsi della domanda in Europa, in particolare in Italia. I Marchi di Lusso e Sportivi hanno incrementato i propri ricavi del 7% a 2,9 miliardi di euro, grazie principalmente alla crescita registrata in Nord America e nell'area Asia Pacifico. Sostanzialmente stabili a 8 miliardi di euro i ricavi dei Componenti e Sistemi di Produzione.

L'utile della gestione ordinaria del 2012 e' stato pari a 3.814 milioni di euro, con un miglioramento del 18% rispetto al 2011 su base pro-forma (+11% a cambi costanti). La region NAFTA ha incrementato di 1 miliardo di euro l'utile della gestione ordinaria, che si e' attestato a 2.693 milioni di euro, grazie ai maggiori volumi, a un positivo effetto prezzo e all'andamento dei cambi di conversione. LATAM ha realizzato un utile della gestione ordinaria di 1.063 milioni di euro, in linea con le aspettative pur se in diminuzione del 25% rispetto al 2011, confermando comunque un margine sulle vendite a due cifre. Il minor risultato e' principalmente attribuibile alla crescita inflazionistica dei costi, alla pressione sui prezzi di vendita e allo sfavorevole effetto cambi, solo in parte compensati dai maggiori volumi e dalle efficienze realizzate. APAC ha realizzato un utile della gestione ordinaria di 260 milioni di euro, quasi il doppio rispetto al 2011. EMEA ha chiuso il 2012 con una perdita della gestione ordinaria di 704 milioni di euro: le azioni di contenimento dei costi intraprese hanno solo in parte compensato l'effetto negativo del calo dei volumi e della pressione sui prezzi. In continua crescita l'utile della gestione ordinaria dei Marchi di Lusso e Sportivi che si attesta a 392 milioni di euro, in crescita di 40 milioni di euro rispetto al 2011. I Componenti e Sistemi di Produzione hanno contribuito con un risultato positivo di 176 milioni di euro.

L'utile netto del 2012 e' stato pari a 1.411 milioni di euro rispetto ai 1.651 milioni del precedente esercizio.

Esclusa Chrysler, si rileva una perdita di 1.041 milioni di euro rispetto all'utile di 1.006 milioni di euro del 2011; al netto delle componenti atipiche, la perdita e' stata di 780 milioni di euro nel 2012 rispetto alla perdita di 106 milioni di euro del 2011.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia