venerdì 09 dicembre | 10:42
pubblicato il 11/gen/2013 18:02

Fiat: niente minimo, azienda offre 40 euro di 'produttivita''. Fim cauta

Fiat: niente minimo, azienda offre 40 euro di 'produttivita''. Fim cauta

(ASCA) - Torino, 11 gen - Niente aumento del minimo ma quaranta euro al mese lordi di salario di produttivita'. E' questa l'offerta presentata oggi dalla Fiat ai sindacati del fronte del si' alla ripresa della trattativa sul contratto all'Unione Industriale di Torino. Un aumento che vale soltanto per il 2013, in attesa di vedere gli sviluppi che potra' avere il gruppo nel 2014 e 2015, e legato alla ''effettiva prestazione'', e quindi alle ore lavorate. Una clausola che non ha convinto del tutto i sindacati e in particolare la Fim-Cisl alla luce della presenza massiccia di Cassa integrazione negli stabilimenti. ''C'e' qualche problema'', ammette il segretario cittadino Claudio Chiarle dopo una riunione del sindacato questo pomeriggio. Soltanto nel 2012, e' stato sottolineato dall'azienda durante il confronto di questa mattina, sono state utilizzate 32 milioni di ore di cig dal gruppo torinese, l'equivalente di 20mila dipendenti. Per il Lingotto in una congiuntura come questa non e' possibile fare di piu'. La Fiat chiede in sostanza una nuova prova di fiducia ai sindacati metalmeccanici che gia' l'hanno seguita sul nuovo modello di relazioni industriali, puntando su un'uscita dal tunnel verso la fine di quest'anno e quindi sulla possibilita' di rinegoziare al meglio le condizioni del biennio successivo.

In estrema sintesi, gli 86mila dipendenti del gruppo si potranno attendere a queste condizioni non piu' di quanto ricevuto nel 2012 in cui e' stato distribuito un premio generalizzato di 600 euro. ''E' positivo che l'azienda faccia una proposta - commenta Ferdinando Uliano segretario nazionle Fim-Cisl, che comunque non si dichiara contrario ad affrontare la parte economica per un solo anno - la nostra richiesta pero' si collocava in un contesto piu' ampio non solo temporale, ma anche strutturale: vale a dire un pezzo nel primo livello contrattuale (leggi salario minimo, ndr) e un pezzo legato al secondo livello (produttivita', ndr), ma l'incremento non puo' essere collegato alla questione della presenza, perche' bisogna considerare che tanti lavoratori sono in cig''.

Molto favorevole invece Roberto Di Maulo, leader della Fismic, secondo cui questa strada ''non ha alternative'', anche se puntera' nei prossimi incontri a spuntare un aumento piu' sostanzioso: ''Con 50 euro lordi grazie alla tassazione di produttivita' si tratta di 42-43 euro netti al mese, che fanno la differenza''. ''Ma non dobbiamo buttare a mare la struttura triennale del contratto. Ora - aggiunge Di Maulo - nell'accordo ponte che faremo dobbiamo scrivere che la parte normativa deve essere definita entro il 2013 cosi' come gli aumenti salariali realtivi al 2014 e 2015''.

La trattativa prosegue mercoledi' e giovedi' prossimo, ultimo giorno utile secondo Di Maulo per raggiungere un accordo, alla luce dei tempi per la compilazione delle buste paga di gennaio, anche su quella parte produttivita', pari a 103 euro, in scadenza a dicembre 2012 e che in mancanza di un nuovo accordo rischia di essere cancellata dai salari. ''Per cui otterremmo la beffa - osserva il leader Fismic - che non solo non abbiamo raggiunto un accordo sugli aumenti, ma abbiamo ottenuto come unico risultato concreto la definizione di una perdita''. eg/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina