mercoledì 22 febbraio | 01:22
pubblicato il 16/apr/2013 18:34

Fiat: Mirafiori cambia l'utilizzo della Cig in attesa dei nuovi modelli

(ASCA) - Torino, 16 apr - Cambia l'utilizzo della cig a Mirafiori da ristrutturazione a riorganizzazione fino a settembre 2013, mentre si avviano alcun lavori preparatori in vista dell'annuncio dei nuovi modelli da realizzare nello stabilimento torinese previsto entro giugno. E' quanto e' stato stabilito oggi nell'accordo raggiunto tra l'azienda e i sindacati firmatari del contratto (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri). E' previsto inoltre il trasferimento da Grugliasco a Mirafiori di una cinquantina di lavoratori delle Lastrature di Grugliasco (Ex Itca) addetti alla Mito. Alla base dell'accordo lo slittamento dell'avvio della produzione del nuovo modello, e in particolare l'istallazione delle nuove linee, che secondo quanto spiegano i sindacati avrebbe reso problematica nei confronti dell'Inps la giusitificazione della cig ''per ristrutturazione'', prevista fino a luglio 2013. Ma intanto, aggiungono i sindacati, l'avvio di nuovi interventi sulla storica carrozzeria torinese, rende piu' concreta la prospettiva di ripresa della fabbrica.

In particolare l'accordo prevede nuovi interventi di efficientamento energetico, l'adeguamento della pista di collaudo ai nuovi standard di test dinamici, l'istallazione degli impianti di lastratura della Mito (fino ad oggi a Grugliasco), la ristrutturazione della verniciatura, il miglioramento ergonomico nell'unita' di montaggio e la creazione di un polo logistico con l'adozione di nuove soluzioni per la movimentazione dei materiali. La cassa integrazione riguarda tutti i 5315 dipendenti delle carrozzerie, (di cui 362 impiegati e 90 quadri) a cui si aggiungeranno a partire dal 6 maggio 2013 anche tutti i dipendenti dell'unita' sottogruppi lastratura di Grugliasco, ex Itca, ( che realizza componenti della carrozzeria per la Mito e le scocche della Maserati Gran turismo e della Maserati Gran Cabrio in produzione a modena) che entrera' a far parte dalla stessa data, a ogni effetto organizzativo e gestionale del Mirafiori Plant. Questi ultimi addetti continueranno a lavorare in ragione delle richieste di mercato per i modelli di sbocco.

''L'accordo firmato oggi da' certezze per il futuro dello storico stabilimento di Mirafiori'' commenta Vincenzo Aragona della Fismic, secondo cui '' i lavoratori attualmente in Cig cominceranno ad intravedere una prospettiva positiva per io loro posto di lavoro''.

Secondo Flavia Ajello della Uilm, questo ''e' un primo passo per vedere che si stanno muovendo le cose a Mirafiori.

Aspettiamo pero' con ansia l'ufficialita' dell'annuncio del nuovo modello''.

eg/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia