martedì 06 dicembre | 15:15
pubblicato il 04/mar/2014 20:02

Fiat: Marchionne, non ci sara' ripresa auto in Italia nel 2014

Fiat: Marchionne, non ci sara' ripresa auto in Italia nel 2014

(ASCA) - Torino, 4 mar 2014 - Sara presentato il 6 maggio a Detroit il piano industriale di Fiat. Lo ha detto oggi l'ad del gruppo Sergio Marchionne al salone dell'auto di Ginevra che ha ribadito che la Fiat non ha mai lasciato l'Italia, anche se pure quest'anno il mercato non dara' soddisfazioni al gruppo: ''la ripresa del mercato dell'auto in Italia non ci sara''', ha dichiarato, aggiungendo di non avere idea se la ripresa ci sara' nel 2015 o nel 2016 e che il vero problema dell'Italia e' la mancanza di capacita' di consumare. La battaglia contro la crisi non e' vinta: ''E' presto per dichiarare vittoria, la crisi e' ancora qui, ma e' gia' qualcosa che non stia peggiorando''. Quato piu' strettamente all'auto ''l'unico sfogo per noi deve essere il mondo, non l'Italia, se non ragioniamo cosi' non andiamo avanti''. In attesa di avere un quadro chiaro dei piani del gruppo oggi Marchionne, che e' giunto al salone assieme al presidente John Elkann, ha detto di sperare di poter reimpiegare nello stabilimento di Melfi, tutti i dipendenti e una parte anche dei cassintegrati di Pomigliano entro sei mesi, con l'avvio della 500X, che assieme alla Renegade Jeep, il nuovo minisuv che sara' prodotto anche in Brasile a Pernambuco, e' piu' che sufficiente a saturare la capacita' produttiva dell'impianto. ''La piattaforma di Melfi sara' duplicata in Brasile e trasferita in Cina, spero nel 2016'', ha detto Marchionne. l'ad ha poi sottolineato che ''Fiat non ha mai lasciato l'Italia. Ci stiamo muovendo internazionalmente''. Sul piano finanziario Marchionne ha detto che quella del convertendo ''e' una delle opzioni'' mentre non ha escluso la possibilita' di un'Ipo o di una vendita di quote di Ferrari e Maserati, che pero' non sara' indicata nel piano industriale.

La quotazione di Fca a New York e' prevista il primo ottobre, ma Marchionne ha aggiunto che potra' anche slittare di uno o due mesi: ''Se non sara' il primo ottobre sara' il primo novembre o il primo dicembre''. Il rifinanziamento del debito di Chrysler nel 2016, ha poi aggiunto, ''dipendera' dalle condizioni di mercato. Fiat puo' richiamarlo nel 2016, se lo fara' dipendera' dalle condizioni di mercato''.

Marchionne ha anche affrontato i temi piu' legati all'attualita' politica italiana. Sui rapporti con il governo ''Non ho mai chiesto una lira e non abbiamo intenzione di chiedere niente'', ha ribadito aggiungendo di non credere che ''il Paese in questo momento sia capace di affrontare una richiesta come questa'' La riduzione del cuneo fiscale ''e' una cosa dovuta da molto tempo per incoraggiare il sistema economico italiano ad andare avanti''. Mentre sul jobs act ha mostrato un cero distacco: alla Fiat, in sintesi, basta la contrattazione che sta facendo anche se non ha voluto anticipare come verra' chiusa la trattativa in corso. ''Non voglio minimizzare quello che il presidente sta facendo - ha aggiunto - ne capisco la necessita', ma noi abbiamo un accordo con i sindacati che ci permette di portare avanti le nostre scelte, quindi il Jobs Act non ci influenza''. E sul contratto: ''Stiamo lavorando. C'e' chi segue la trattativa, lasciamoli lavorare''. Su Renzi Marchionne ha poi ricordato che il gruppo e' sempre stato filogovernativo ma che nel nuovo premier ''si avverte la volonta' di cambiare''. E John Elkann ha aggiunto: ''La stabilita' e' stata sempre da noi auspicata e continuiamo ad auspicarla''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Cina: vino batte riso per prima volta nella storia
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni