lunedì 16 gennaio | 16:50
pubblicato il 12/ago/2014 14:48

Fiat: limite 500 milioni per recesso non sara' cambiato

"No assemblea straordinaria, completeremo fusione come approvata" (ASCA) - Roma, 12 ago 2014 - La Fiat completera' la fusione "come approvata" e il limite di 500 milioni non sara' toccato. Lo assicura un portavoce del Lingotto, smentendo "illazioni formulate da talune fonti di stampa" secondo cui la Fiat "potrebbe convocare un'assemblea straordinaria per rinunciare o elevare il limite di 500 milioni di euro cui la fusione e' subordinata, se tale limite fosse superato". Il gruppo quindi "ribadisce che non ha alcuna intenzione ne' di rinunciare a tale limite ne' di elevarlo. Fiat intende completare la fusione come approvata". "Se il limite fosse superato - aggiunge il portavoce della Fiat - e la societa' decidesse di convocare una nuova assemblea straordinaria, l'assemblea potrebbe semplicemente approvare un nuovo progetto di fusione, il che condurrebbe alla fissazione di un nuovo prezzo del recesso sulla base, secondo le norme applicabili, del piu' recente corso del titolo e ridurrebbe gli esborsi per la societa'". Glv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow