mercoledì 25 gennaio | 00:51
pubblicato il 05/set/2013 14:50

Fiat: Landini, sindacati confederali hanno imboccato una strada folle

Fiat: Landini, sindacati confederali hanno imboccato una strada folle

(ASCA) - Torino, 5 set - Con l'accordo di ieri con la Fiat i sindacati confederali hanno imboccato una strada ''folle''.

Lo ha sottolineato Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, intervenuto questa mattina alla festa del suo sindacato torinese, attaccando duramente i contenuti dell'accordo sul contratto Fiat scaturiti ieri e la nuova esclusione della Fiom dal tavolo con il Lingotto. ''E' un accordo - ha detto Landini - che va contro i principi indicati dalla Corte costituzionale. E' una strada folle non solo contro la Fiom ma perche' sta cancellando l'esistenza del sindacato confederale in questo paese e la liberta' delle persone di scegliersi il sindacato che ritengono piu' idoneo''. In particolare, Landini ha puntato il dito sul fatto che nella giornata di ieri e' stato firmato anche da Cisl, Uil e Ugl, e non solo dai sindacati di categoria, il paragrafo nel quale si dice ''che l'unico riferimento contrattuale in Fiat rimane il contratto specifico di lavoro e che chi lo ha firmato si impegna a difendere quell'accordo, se necessario, anche per via giudiziaria, e infine che solo chi firma il contratto specifico di lavoro ha l'agibilita' sindacale''. Landini ha sostenuto che, anche su questo tema, la Fiat si sta comportando come nel caso dei licenziamenti di Pomigliano dove i lavoratori che sono stati reintegrati dal giudice ''sono stati retribuiti ma tenuti fuori della fabbrica''.

Cosi', ha sostenuto il segretario Fiom, la Fiat riconosce ''solo formalmente le Rsa Fiom, ma dentro la fabbrica non esisti perche' non puoi partecipare alle trattative''.

Landini ha invece ribadito che la Corte costituzionale ha stabilito che non e' vero che l'agibilita' sindacale e' determinata dalla firma degli accordi, ma dalla rappresentativita', ''e cioe' quando hai iscritti e quando prendi i voti''. E su questo tema Landini ha ventilato l'avvio di nuovi contenziosi giudiziari ai sensi dell'articolo 28 dello Statuto dei lavoratori, relativo all'attivita' antisindacale dell'azienda, e ha annunciato un confronto con la Cgil a proposito della firma di ieri degli altri sindacati confederali.

eg/rl/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4