mercoledì 22 febbraio | 07:34
pubblicato il 05/set/2013 14:50

Fiat: Landini, sindacati confederali hanno imboccato una strada folle

Fiat: Landini, sindacati confederali hanno imboccato una strada folle

(ASCA) - Torino, 5 set - Con l'accordo di ieri con la Fiat i sindacati confederali hanno imboccato una strada ''folle''.

Lo ha sottolineato Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, intervenuto questa mattina alla festa del suo sindacato torinese, attaccando duramente i contenuti dell'accordo sul contratto Fiat scaturiti ieri e la nuova esclusione della Fiom dal tavolo con il Lingotto. ''E' un accordo - ha detto Landini - che va contro i principi indicati dalla Corte costituzionale. E' una strada folle non solo contro la Fiom ma perche' sta cancellando l'esistenza del sindacato confederale in questo paese e la liberta' delle persone di scegliersi il sindacato che ritengono piu' idoneo''. In particolare, Landini ha puntato il dito sul fatto che nella giornata di ieri e' stato firmato anche da Cisl, Uil e Ugl, e non solo dai sindacati di categoria, il paragrafo nel quale si dice ''che l'unico riferimento contrattuale in Fiat rimane il contratto specifico di lavoro e che chi lo ha firmato si impegna a difendere quell'accordo, se necessario, anche per via giudiziaria, e infine che solo chi firma il contratto specifico di lavoro ha l'agibilita' sindacale''. Landini ha sostenuto che, anche su questo tema, la Fiat si sta comportando come nel caso dei licenziamenti di Pomigliano dove i lavoratori che sono stati reintegrati dal giudice ''sono stati retribuiti ma tenuti fuori della fabbrica''.

Cosi', ha sostenuto il segretario Fiom, la Fiat riconosce ''solo formalmente le Rsa Fiom, ma dentro la fabbrica non esisti perche' non puoi partecipare alle trattative''.

Landini ha invece ribadito che la Corte costituzionale ha stabilito che non e' vero che l'agibilita' sindacale e' determinata dalla firma degli accordi, ma dalla rappresentativita', ''e cioe' quando hai iscritti e quando prendi i voti''. E su questo tema Landini ha ventilato l'avvio di nuovi contenziosi giudiziari ai sensi dell'articolo 28 dello Statuto dei lavoratori, relativo all'attivita' antisindacale dell'azienda, e ha annunciato un confronto con la Cgil a proposito della firma di ieri degli altri sindacati confederali.

eg/rl/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia