martedì 06 dicembre | 17:20
pubblicato il 12/gen/2015 16:47

Fiat, in arrivo 1.500 posti di lavoro a Melfi. "Ne abbiamo bisogno"

Marchionne spiega: assunzioni non per il Jobs Act ma perché necessarie. Obiettivo 2015 vendere 5 milioni di auto

Fiat, in arrivo 1.500 nuovi posti di lavoro per lo stabilimento di Melfi

Detroit, 12 gen. (askanews) - "Un segnale estremamente positivo per il Paese": così Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, ha definito l'annuncio dell'inserimento di circa 1.500 nuovi lavoratori nello stabilimento di Melfi (oltre un migliaio subito, ai quali si aggiungeranno altre 350 persone temporaneamente trasferite dagli stabilimenti di Cassino e Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco). Melfi "diventerà il più grande stabilimento di vettore d'Italia", ha continuato Marchionne, in conferenza con la stampa italiana al Salone dell'auto a Detroit. "Stiamo assumendo persone non per via del Jobs Act ma perché ne abbiamo bisogno", ha aggiunto l'Ad, spiegando che l'obiettivo 2015 di Fca è vendere 5 milioni di auto. Il comunicato del gruppo Fiat Chrysler Automobiles sottolinea che "l'andamento decisamente positivo dei nuovi modelli Jeep Renegade e Fiat 500X permetterà nei prossimi tre mesi l'inserimento di oltre mille nuovi lavoratori" nella fabbrica in provincia di Potenza, "dove con un investimento di oltre un miliardo di euro vengono prodotte le due vetture". "Una volta stabilizzati i volumi produttivi - spiega Fca - in ragione dell'andamento della domanda e dei risultati negli oltre 100 mercati dove le vetture saranno vendute, alle persone inizialmente inserite con contratto interinale potrà essere proposto il nuovo contratto a tutele crescenti, attualmente in via di definitiva approvazione". A queste persone, "se ne aggiungeranno altre 350 temporaneamente trasferite dagli stabilimenti di Cassino e Pomigliano d'Arco. Sarà così possibile saturare totalmente le potenzialità produttive dell'impianto". Il programma, aggiunge la società, "prevede che già dalla prossima settimana saranno inseriti circa 300 nuovi lavoratori, ai quali si aggiungeranno subito circa 100 persone provenienti dallo stabilimento di Cassino". Contestualmente, Fca ha comunicato ai sindacati "la chiusura della cassa integrazione straordinaria, con il rientro immediato all'attività lavorativa di tutti i 5.418 dipendenti dello stabilimento Sata". Mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni