venerdì 24 febbraio | 16:06
pubblicato il 02/mag/2013 18:12

Fiat: fornitore in cig blocca una decina di impianti

(ASCA) - Torino, 2 mag - La mancanza di alcuni componenti in plastica per interni prodotti da un fornitore piemontese che questa settimana ha messo in cassa integrazione un'ottantina di dipendenti nello stabilimento di Airasca ha creato seri problemi a una decina di impianti del gruppo Fiat tra cui la Maserati di Grugliasco, che e' stata fermata oggi sia per il primo che per il secondo turno e domani per il primo turno.

A creare difficolta' al Lingotto la ditta Selmat, gruppo che realizza componenti e sistemi in materiale plastico per l'allestimento interno ed esterno di autovetture e veicoli industriali, che malgrado le commesse Fiat ha fermato la produzione a causa della contrazione degli ordini. Si tratta di una situazione che si trascina da tempo e che, dopo avere causato numerosi contrattempi agli impianti di Fiat, rischia ora di causarne anche il fermo produttivo. Primi fra tutti gli stabilimenti Iveco di Madrid (che restera' chiuso lunedi' e martedi') di Suzzara, Villadolid, e Brescia (chiusi fino a lunedi') e lo stabilimento di Fiat Group Automobiles a Tichy in Polonia, dove in magazzino ci sono 1300 Ypsilon incomplete da recuperare. Guai anche per la 500L a Kragujevac, dove almeno 200 vetture sono rimaste incomplete, e negli stabilimenti Cnh di Jesi (chiuso oggi e domani) e St. Valentin Basildon dove la produzione va avanti in modo incompleto.

Il Gruppo Selmat e' costituito dalle societa' Selmat Automotive, Selmat Veicoli Speciali, Martinplast e HCM Stampi.I dipendenti sono circa 700, in 4 siti produttivi in Piemonte: Airasca (Torino), Sant'Antonino di Susa (Torino), San Martino Alfieri (Asti - Martinplast) e Dronero (Cuneo) cui si aggiunge un ulteriore recente stabilimento in Polonia.

Il Gruppo ha inoltre recentemente acquisito la Top Plastics, azienda che impiega circa 200 persone nel propri sito produttivo di Beinasco e controlla le societa' Top  Plastics Poland, la Top Plastics VE in Turchia  e la italiana Radicar.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech