venerdì 09 dicembre | 13:02
pubblicato il 04/set/2013 13:58

Fiat: Di Maulo, (Fismic), nuovi investimenti grazie a contratto

(ASCA) - Torino, 4 set - ''Gli accordi che reggono la contrattualistica in Fiat, sottoscritti dalla maggioranza dei sindacati e approvati dalla maggioranza dei lavoratori, sono considerati dalle parti il presidio che garantisce la permanenza industriale e occupazionale della Fiat in Italia''. Il Segretario Generale della Fismic, Roberto Di Maulo, cosi' commenta l'esito positivo dell'incontro di questa mattina con l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne.

''L'aver ribadito questo con forza - prosegue Di Maulo - ha permesso anche di sbloccare gli investimenti per lo stabilimento di Mirafiori che inizieranno da subito per produrre, nella seconda meta' del 2014, un suv Maserati, a cui seguira' un'altra vettura. Inoltre e' ovvio che tale impegno sulla contrattualistica Fiat ha anche permesso all'azienda di riconfermare in toto gli investimenti previsti in Italia, compreso quello futuro per Cassino''.

''L'azienda nei prossimi giorni - aggiunge il segretario Generale - aprira' la procedura di richiesta di proroga della cassa integrazione per Mirafiori.

E' stata inoltre riconfermata, su domanda specifica della Fismic, la volonta' di creare a Torino un comprensorio unico che produrra' automobili di lusso tra lo stabilimento di Grugliasco e quello di Mirafiori''. ''Per quanto riguarda la concessione delle Rsa alla Fiom - afferma ancora il leader Fismic - e' stato ribadito dalle parti che si tratta di un atto esclusivamente formale e di rispetto della sentenza della Corte Costituzionale.

Alla Fiom pertanto andranno solo i diritti minimi previsti dal titolo 3* dello Statuto dei lavoratori. La Fiom non potra' esercitare alcun ruolo negoziale negli stabilimenti, a meno che aderisca al sistema contrattuale Fiat''. ''La Fismic - conclude Di Maulo - considera molto positivo l'incontro di oggi e lo ritiene un buon segnale per l'intero Paese perche' dimostra che se ci sono un sistema contrattuale chiaro e assunzioni precise di responsabilita' da parte delle organizzazioni sindacali, e' possibile pensare di uscire dal declino industriale e creare ancora occupazione in Italia''.

com/eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina