domenica 04 dicembre | 09:56
pubblicato il 10/giu/2011 19:48

Fiat/ Bonanni: Ipotesi uscita da Confindustria "a me non piace"

Vogliamo le garanzie della contrattazione nazionale e aziendale

Fiat/ Bonanni: Ipotesi uscita da Confindustria "a me non piace"

Levico Terme (Trento), 10 giu. (askanews) - "A me non piace, perché se c'è armonia tra gli imprenditori è più facile avere controparti stabili". E' quanto ha detto il segretario Cisl, Raffaele Bonanni, rispondendo, a margine dell'inaugurazione della festa del sindacato, ad una domanda sulle indiscrezioni di stampa secondo cui la Fiat sta preparando la lettera per comunicare l'uscita da Confindustria a partire dal primo gennaio 2012. "Però - ha aggiunto - decidano loro. Io penso che farebbero bene a riflettere sui passi che fanno. Per quel che ci riguarda, noi comunque, negli accordi che facciamo, vogliamo tutte le garanzie che ci sono nella contrattazione nazionale e aziendale, nessuna esclusa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari