venerdì 02 dicembre | 19:27
pubblicato il 18/giu/2014 16:11

Fiat: blocco straordinari, Fismic Piemonte si sfila

(ASCA) - Torino, 18 giu 2014 - La Fismic del Piemonte rompe il fronte dei sindacati firmatari e non partecipa al blocco degli straordinari proclamato a partire dallo scorso 16 giugno in tutti gli stabilimenti del gruppo Fiat e Cnhi per fare pressione all'azienda sulla riapertura della trattativa sul contratto. Il sindacato piemontese malgrado il documento unitario dell'altro ieri dopo l'incontro delle segreterie nazionali a Roma, ha ribadito la contrarieta' ad ogni forma di lotta perche', e' scritto in una nota, si vede ''una prospettiva positiva dettata dagli investimenti con la piena occupazione degli stabilimenti italiani''. A quanto risulta la posizione della Fismic piemontese potrebbe essere seguita da altre sedi territoriali svuotando di fatto l'accordo firmato dal segretario Di Maulo. ''Non e' il momento di intraprendere azioni che possono portare ad un inasprimento di una fase gia' molto difficile - scrive la Fismic Piemonte -. Sicuramente, non saranno ne' blocchi dello straordinario ne', tanto meno eventuali iniziative ancora piu' pesanti a risolvere le problematiche ancora aperte'': ''Secondo noi - si legge ancora in una nota - la distanza tra la proposta della Fiat e quella sindacale non e' lontanissima e basterebbe un piccolo sforzo in piu' da parte di entrambi per riuscire a trovare una soluzione dignitosa. ''In uno scenario economico nazionale disastroso - osserva il sindacato - avere un'azienda come la Fiat che oltre ad avere annunciato 5,5 miliardi di euro di investimenti nel nostro paese e li sta anche realizzando (vedi Mirafiori-Grugliasco), riteniamo che non ci debbano piu' essere tentennamenti o fughe in avanti e richiamiamo tutti alle proprie responsabilita'. Dopo tanti anni circa 2000 lavoratori della carrozzeria di Mirafiori stanno venendo gradualmente trasferiti nello stabilimento di Grugliasco, con una prospettiva certa di lavoro e di salario e tutto questo, secondo noi, non e' cosa da poco''.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Censis
Censis: ko economico giovani,più poveri di coetanei di 25 anni fa
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari